Ore di angoscia, bambino cade in un pozzo: si continua a scavare

Sono ore di angoscia quelle che sta vivendo il Paese: un bambino è caduto in un pozzo. I soccorritori stanno continuando a scavare. E’ una lotta contro il tempo

Bambino caduto in un pozzo
Pozzo (Ansa Foto)

Sono ore di angoscia ed allo stesso tempo di paura quelle che si stanno vivendo in India. Un bambino di otto anni, Tanmay Diyawar, è caduto in un pozzo artesiano. Il tutto è accaduto precisamente nel villaggio di Mandavi. Si sta scavando da ore. I soccorritori non si sono mai fermati e stanno continuando appunto con le ricerche. Secondo quanto riportano alcune fonti locali pare che il piccolo, in questo momento, si trovi ora al buio. Nella cavità sottoterra da quasi un giorno.

Secondo le prime ricostruzioni pare che lo stesso sia caduto mentre stava giocando nei dintorni. Fino a quando non è precipitato in questo pozzo grande quasi 17 metri con dentro il fango. Come riportato in precedenza ci sono i soccorritori e operatori di soccorso che stanno continuando a lavorare senza mai fermarsi.

India, bambino cade in un pozzo: si continua a scavare

Bambino caduto in un pozzo
Pozzo (Ansa Foto)

L’obiettivo dei soccorritori è quello di fare arrivare ossigeno al bambino che sta avendo, sempre di più, difficoltà a respirare. Per il momento non sono ancora chiare quali siano le sue condizioni attuali. In questo momento non c’è possibilità di comunicare con lui. Nel frattempo gli abitanti del villaggio sono tutti scossi da questa vicenda e pregano affinché lo stesso venga recuperato sano e salvo.

A quanto pare i pozzi artesiani sono molto diffusi nelle campagne indiane. Gli stessi, però, vengono abbandonati e mai coperti. Un vero e proprio pericolo per i bambini. Purtroppo il numero degli incidenti e di morti è altissimo nel Paese. Non si tratterebbe affatto del primo episodio che si verifica quest’anno.