Rincari, aumento vertiginoso del latte: lanciato nuovo allarme

Il latte continua ad aumentare. La situazione inizia a farsi sempre più drammatica. Tanto è vero che è stato lanciato un nuovo ed ennesimo allarme in merito a tutto ciò

Tutto è aumentato. Su questo, purtroppo, non ci sono praticamente dubbi. Da meno di un anno le cose sono completamente cambiate. Una situazione che sta peggiorando sempre di più. Se prima la benzina ci aveva concesso una tregua per qualche settimana, adesso neanche più quella. Per non parlare del latte che potrebbe seriamente diventare un prodotto equivalente all’oro. Il motivo? E’ fin troppo chiaro visto che c’è un vertiginoso aumento anche per questo prodotto. Una roba da non credere.

Aumento vertiginoso del latte
Aumento vertiginoso del latte (Ansa Foto)

Anni fa mai e poi mai nessuno avrebbe pensato di arrivare a comprare un cartoccio di latta ad 1,50 €. Anzi, siamo arrivati ad un punto che dobbiamo sperare che il prezzo rimanga questo. Purtroppo non sarà così visto che, alla fine di quest’anno, molte cose cambieranno. Ci saranno molti rincari. Tra questi, ad essere colpiti, proprio il latte. Il rischio che possa aumentare è concreto. Tra poche settimane tutto questo potrebbe diventare un vero e proprio incubo.

Rincari, il latte rischia di arriva a 3 euro

Sì, avete letto proprio bene: alla fine dell’anno il rischio che possa arrivare a costare 3 euro è molto alto. Anzi, per gli esperti pare che non ci siano più dubbi in merito. Ovviamente i produttori non hanno potuto fare altro che lanciare un allarme visto che qui si rischia di toccare il fondo (se non lo si è già toccato). Se il latte adesso corre il rischio di diventare un lusso per poche famiglie allora la situazione non è affatto delle migliori.

Aumento vertiginoso del latte
Aumento vertiginoso del latte (Ansa Foto)

Quando parliamo di latte, ovviamente, ci riferiamo anche a formaggi e prodotti che utilizzano i bar e non solo. Soldi che le famiglie sono costretti a spendere, con la speranza che a fine mese rimanga qualcosina per comprare altro. A dire il vero l’Istat aveva già annunciato, nel mese di ottobre, che qualcosa si strano stesse per accadere: impennata dei prezzi, su base annua, per formaggi e latticini del + 14,8%. Per non parlare della metà del mese di novembre: +19,8% per la mozzarella di latte vaccino, + 21,2% per lo stracchino; tra i formaggi molli, +16,3% per il Gorgonzola, +17,4% per il Provolone.