Bambina di 10 anni imbavagliata e violentata dal suo istruttore

Milano, una bambina di dieci anni è stata imbavagliata e poi violentata dal su istruttore: l’uomo di 63 anni è stato arrestato.

E’ successo proprio a Milano, come riporta Leggo.it, una bambina di dieci anni è stata vittima di violenza sessuale da parte del suo istruttore di fitness in palestra: l’uomo è stato subito identificato e portato in carcere.

Bambina imbavagliata e violentata
Bambina imbavagliata e violentata, foto fonte Pixabay. Notizie.com

La denuncia è stata raccolta dagli investigatori che hanno prontamente avviato l’arresto dell’uomo di sessantatré anni che sarà giudicato con un rito abbreviato: il fermo è avvenuto poiché esiste il pericolo di fuga, sempre secondo quanto riporta Leggo.it.

Una vicenda davvero drammatica che ha lasciato tutti senza parole: ma cerchiamo di scoprire in che modo si sono svolte le cose.

Bambina imbavagliata e violentata: “Mi ha portata in bagno per fare cose vergognose”

Un racconto davvero grave è quello fatto dalla bambina di dieci anni che davanti gli investigatori ha denunciato l’uomo che ha abusato di lei, approfittando del fatto di trovarsi da solo in casa.

Bambina imbavagliata e violentata, foto fonte Pixabay. Notizie.com

Era quasi pomeriggio… non me lo ricordo molto bene… sì era pomeriggio io ero in casa e stavo giocando, mia mamma non c’era perché mi aveva detto che doveva andare a un colloquio di lavoro, quindi sono rimasta in casa. C’era anche un uomo che è più vecchio di mio papà, che mia mamma ospita in casa perché cercava un affitto queste le parole riportate dal quotidiano Giorno e ancora: “Quando siamo entrati in bagno mi ha messo dello scotch sulla bocca… e poi… poi mi ha portato in camera mia e dopo mi ha portato in camera da letto, di là. Ho capito che mi aveva messo lo scotch per non dire “aiuto“ e dopo ha iniziato a fare cose vergognose”.

Un denuncia shock che ha portato all’immediato arresto dell’uomo per pericolo di fuga, come hanno ammesso gli investigatori, nell’ordinanza di arresto: “L’uomo infatti ha mostrato incapacità di gestire i propri impulsi sessuali e risulta privo di freni inibitori”. Al momento si indaga sulla presenza di altri possibili vittime.