Saman, altri retroscena inquietanti: “La tenevo ferma mentre..”

Saman Abbas, arrivano altri retroscena inquietanti in merito all’omicidio della giovane pakistana. Il racconto da parte di un parente che era presente in quel momento

Altri retroscena inquietanti su Saman Abbas
Saman Abbas (Ansa Foto)

Pare che si stia per arrivare ad una svolta in merito alla vicenda di Saman Abbas. La giovane pakistana che, molto probabilmente, è stata uccisa dalla sua famiglia. Nei giorni scorsi il ritrovamento di alcuni resti umani vicino al casolare dove sarebbe avvenuto l’omicidio. Manca solamente la conferma del DNA, ma a quanto pare non ci sono più dubbi che quei resti appartengano proprio alla 18enne pakistana.

Aveva rifiutato un matrimonio combinato con un cugino che vive proprio in Pakistan. I suoi genitori non accettavano affatto che svolgesse una vita occidentale. Nel frattempo arrivano altri particolari inquietanti da parte di un altro cugino, Ijaz. Le sue parole sono state riportate dal ‘Corriere della Sera‘. Un discorso che sarebbe avvenuto tra l’uomo e lo zio in carcere. Intercettato e che ha svelato altri particolari e che conferma, sempre di più, la teoria che sia stata uccisa.

Saman Abbas, le parole del cugino allo zio in carcere

Altri retroscena inquietanti su Saman Abbas
Saman Abbas (Ansa Foto)

Io la immobilizzavo per le gambe mentre Danish e l’altro cugino la soffocavano“. Si aspetta solamente la conferma da parte del tribunale sui resti umani ritrovati. Lo deciderà il tribunale. Nel frattempo gli avvocati continuano a raccogliere delle prove. Ijaz a Danish Hasnain: “Parlerò, giuro su Allah, parlerò: da nove mesi sono disonorato. Non ho detto tutto”. Non solo: ha dichiarato anche che se non dovesse sentire la madre sarebbe pronto anche a suicidarsi.

Conferme arrivano anche dal fratellino della ragazza: “Urlava, le hanno tappato la bocca“. Nel frattempo si continua a dare la caccia all’unica latitante di questa orribile vicenda. La madre di Saman, Nazia Shaheen. Anche quest’ultima è stata accusata dell’omicidio della figlia. La polizia sta cercando la 49enne. Dopo l’arresto del marito Shabbar le forze dell’ordine sperano di poter prendere anche la donna. A quanto pare quest’ultima dovrebbe essere in Europa e non in Pakistan come ha rivelato il marito.