Rai, dure dichiarazioni contro FIFA: ‘Corrotti e imbroglioni’ [VIDEO]

Dura presa di posizione da parte della Rai contro la FIFA. Il motivo è evidente: l’assegnazione dei Mondiali in Qatar. “Corrotti e imbroglioni”, la De Stefano lancia accuse pesantissime [VIDEO]

Dura presa di posizione da parte della direttrice di Rai Sport, Alessandra De Stefano
Alessandra De Stefano (Ansa Foto)

Che questo Mondiale avrebbe scatenato polemiche sia prima dell’inizio che durante nessuno aveva dubbi. Mai, però, ci saremmo aspettati una dura presa di posizione da parte della Rai. Ovvero l’emittente televisiva che ha acquistato i diritti di tutte le partite della competizione che si sta svolgendo in Qatar. Dito puntato, quindi, contro la FIFA colpevole di aver assegnato i diritti ad un Paese che di calcio non ha mai offerto nulla. Lo dice la storia. Si pensava che dopo l’esordio di Qatar-Ecuador le polemiche finissero. Ed invece no. Anzi, era solamente l’inizio.

Quello che sta facendo molto discutere, come riportato in precedenza, sono le dichiarazioni da parte della direttrice di ‘Rai Sport‘. Alessandra De Stefano non ci sta. E’ un fiume in piena la giornalista che ne ha solamente per una: la FIFA. Poco prima del debutto della trasmissione ‘Il Circolo dei Mondiali‘ la stessa ha voluto strigliare la FIFA per l’assegnazione della competizione in Medio Oriente. Già dall’inizio i toni sono stati decisamente duri.

Rai, la direttrice De Stefano contro la FIFA [VIDEO]

Questo Mondiale non si sarebbe dovuto giocare, o meglio non si sarebbe dovuto assegnare al Qatar, al quale si è dato lo sport più bello del mondo calpestando i diritti umani, corrompendo, imbrogliando, grazie alla complicità dei signori del football, che glielo hanno venduto nel 2010“. Ricordiamo che all’epoca dei fatti il presidente era lo svizzero Joseph Blatter e non Gianni Infantino. La De Stefano ha continuato dicendo: “Questi sono gli stessi che all’inizio volevano giocarlo d’estate, nel deserto. Tutto ha un prezzo“.

In molti, ovviamente, si sono chiesti e domandati: “Per quale motivo la Rai ha acquistati i diritti tv di tutte le partite?”. Una domanda che ha trovato subito risposta. Anzi, ancor prima che la stessa venisse effettuata la direttrice ha saputo rispondere in maniera brillante: “Quando il sogno di andare ai Mondiali è sfumato per l’Italia, ci siamo interrogati sul senso di parlare di questi Mondiali. Non è stato facile decidere se tenere l’esclusiva, ma il Mondiale è di tutti, così come i tanti eventi di sport e la Rai fa servizio pubblico“.