Mondiali, sei reti e l’Iran è al tappeto: l’Inghilterra sogna con i suoi ‘Bad Boys’

Tre reti in 10 minuti nel primo tempo e poi la goleada finale: l’Inghilterra si candida al successo con una prova di forza sull’Iran.

Una partita senza storia, una dimostrazione di forza che l’undici di Southgate ha mandato in scena alla prima contro l’Iran.

Bukayo Saka (LaPresse)
Bukayo Saka (LaPresse)

Il match è iniziato con la prima sorpresa agli inni. I calciatori dell’Iran non lo cantano e incassano i fischi dei tifosi, quelli dell’Inghilterra con orgoglio intonano “God Save the king” dopo 72 anni. Il match inizia e la squadra di Southgate cerca la via del gol. Il primo brivido arriva però per l’infortunio del portiere Beiranvand. Dopo lo scontro con il compagno di squadra, l’estremo difensore viene curato, poi si ferma e sarà sostituito. Saranno 14 i minuti di recupero nella prima frazione, ma la partita era già chiusa. Dal 35′ al 45′ l’Inghilterra ha infatti trovato per tre volte la via del gol.

Dopo la traversa di Maguire, Bellingham salta tra due avversari e regala il vantaggio ai suoi. Otto minuti e Saka sugli sviluppi di un corner trova il bis. L’Iran è stordito e Bellingham al 46′ apre per Kane che trova Sterling. Hosseini è superato.

Inghilterra, tutto facile con l’Iran

Kane e Sterling notizie.com
Kane e Sterling (LaPresse)

Nella ripresa il copione non cambia. Al 62′ Saka con un rasoterra trova il bis personale, e l’Iran 3 minuti dopo accorcia. Taremi, il migliore di una squadra compassata, priva di idee e surclassata dagli avversari, alla prima occasione accorcia. Southgate cambia 4 uomini e Rashford di sinistro firma il 5-1. Chiude Grealish che incassa un passaggio da Wilson e firma la sesta rete.

Resta il tempo per una traversa dell’Iran e per la doppietta di Taremi al tredicesimo minuto di recupero della ripresa su rigore. La partita è all’insegna dei record. Bellingham è il secondo marcatore più giovane dell’Inghilterra ai Mondiali, e mai nella storia della nazionale, due calciatori più giovani di 21 anni, proprio Bellingham e Saka, erano andati a segno con doppiette nello stesso match. Gli inglesi lanciano un messaggio alle contendenti al titolo, l’Iran è tutto in Taremi che conferma il suo talento, ma non basta per evitare la figuraccia.