Giornalista derubata in Qatar, la clamorosa decisione del Governo

Disavventura per una giornalista in Qatar che è stata derubata in diretta. Clamorosa decisione da parte del governo in merito a questa vicenda

Giornalista derubata in Qatar
Dominique Metzger (Screenshot video YouTube)

Dei momenti che, sicuramente, non potrà mai dimenticare. Vittima di questo spiacevole episodio la giornalista Dominique Metzger. Quest’ultima, appartenente al canale ‘TN‘, ha vissuto momenti drammatici. Tutti in diretta. Cosa è successo? La donna si trova in Qatar, in occasione del Mondiale di calcio iniziato ieri. Durante la diretta è stata borseggiata. Le immagini hanno fatto immediatamente il giro della rete.

Durante la diretta con i giornalisti in studio ha rivelato che le avevano appena rubato il portafoglio. Successivamente è stata portata nella stazione di polizia più vicina per sporgere regolare denuncia. Questo è quello che ha detto sul suo account ufficiale di Instagram. Non solo: le autorità qatariote le hanno assicurato che la zona è tutta videosorvegliata. Quindi riusciranno a trovare chi ha compiuto il gesto ed anche il portafoglio.

Pochi minuti dopo la donna appare nuovamente in collegamento. E’ stata messa in un’area d’attesa solamente per donne (visto che in Medio Oriente funziona così). Dopo aver indicato il punto in cui la donna è stata rapinata le stesse autorità hanno spiazzato la giornalista. In che modo? Le hanno fatto una domanda che l’ha completamente sorpresa.

Qatar, giornalista derubata: sarà lei a decidere la pena per ladro

Ovvero: una volta catturato il ladro, cosa avrebbero dovuto fare di lui? Insomma, in poche parole, era la donna a decidere la condanna per l’uomo. Le hanno assicurato che sono posizionate delle telecamere di alta tecnologia e che molto facilmente individueranno il colpevole. Le opzioni sono due: Condannarlo a cinque anni di prigione oppure espellerlo dal Paese.

La donna ha fatto capire che di questo non le interessa assolutamente niente. Per non avere alcuna responsabilità in merito. L’unica cosa che rivuole è il suo portafoglio con dentro i documenti necessari. Per chi non lo sapesse in Qatar è in vigore anche la pena di morte (per spionaggio e altre minacce contro la sicurezza nazionale).