Mondiali Qatar, Lukaku in bilico: la situazione preoccupa il Belgio

L’attaccante dell’Inter è ancora alle prese con il problema al bicipite femorale, ecco quando può rientrare. Intanto però il ct si cautela

Un periodo complicato, un vero e proprio calvario iniziato a fine agosto, alla vigilia di Inter-Cremonese. Romelu Lukaku ora corre contro il tempo e tifa forte per i suoi compagni di nazionale. Big Rom è ancora alle prese con l’infortunio al bicipite femorale che lo tormenta ormai da mesi. L’attaccante ex Chelsea era tornato in campo  lo scorso 29 ottobre, pochi minuti nel match vinto dall’Inter contro la Sampdoria a San Siro (3-0), ma poi s’era subito rifermato. Di nuovo dolore, nuovi problemi e la paura di perdere il Mondiale in Qatar. Il ct dei Diavoli Rossi, Roberto Martinez, però, dopo aver consultato lo staff medico della nazionale, ha deciso comunque di convocare Lukaku.

Romelu Lukaku (Foto LaPresse)

Mondiali Qatar, ancora problemi per Lukaku

L’attaccante in questi giorni sta svolgendo un percorso individuale, non si sta allenando con il gruppo e continuerà così almeno per un’altra settimana. Impossibile dunque vederlo in campo nelle prime due uscite del Belgio che debutterà mercoledì contro il Canada nel girone F. La seconda uscita della nazionale di Martinez sarà, invece, domenica prossima contro il Marocco. Partite che sicuramente Lukaku salterà, poi molto dipenderà anche dalla situazione di classifica del Belgio. Se i Diavoli Rossi saranno qualificati, magari con il primo posto in tasca, difficile immaginare Big Rom in campo nella terza gara del girone, contro la Croazia.

Lukaku
Lukaku © Lapresse

Anche è possibile che la gara contro Modric e compagni possa essere decisiva per le sorti del gruppo F. A quel punto, Lukaku proverà a esserci, mettendosi a disposizione del commissario tecnico. L’obiettivo vero e proprio però è essere al top per la seconda fase, quella a eliminazione diretta. Intanto Martinez studia piani alternativi, in attacco è favorito Batshuay che bene ha fatto in questa prima parte di stagione con la maglia del Fenerbahce con otto gol in 13 partite giocate.