Natale festa delle tradizioni in tutto il mondo, ma alcune sono davvero strane

Il Natale è una festa dalle mille tradizioni che cambiano di paese in paese, ma con il desiderio di vivere questi giorni nel modo più festoso possibile

Il Natale si avvicina e la speranza, ma preferiremmo dire la certezza, è che riusciremo finalmente a trascorrere questa festa meravigliosa accompagnati dalle solite tradizioni, e soprattutto accanto alle persone amate. Negli ultimi due anni è stato davvero frustrante rinunciare a condividere il cenone della Vigilia e il pranzo del 25 con le persone care, allo scambio dei regali da scartare tutti insieme, ad andare alla messa di mezzanotte.

Le diverse tradizioni di Natale nel mondo –

A tutte le latitudini esiste un modo diverso di celebrare questa festività, ma molte tradizioni sono ricorrenti, così come di altre non ne conosciamo neanche l’esistenza, e potrebbero anche sorprendere per la particolarità o addirittura la stranezza.

Natale, tradizioni diverse per la festa di tutti

L’albero di Natale è la tradizione che unisce la maggior parte dei popoli, nato probabilmente nel nord Europa, viene realizzato in infiniti modi, vero o finto, colorato o di design. L’unica certezza è che concretizza la sensazione di questa festività. Per esempio in Finlandia è preparato all’esterno con grasso e semi per gli uccellini, in Francia si decora con dolci e frutta e in Romania viene addobbato solo il 24 con dolcetti e cioccolatini. Il calendario dell’avvento è comune a molti paesi, arriva dal nord Europa, in particolare dalla Svezia e dalla Gran Bretagna, ma da diversi anni lo usiamo tantissimo anche in Italia.

La corona dell’Avvento è originaria della Germania, quella tradizionale è una ruota di legno con 24 candele, una al giorno per scandire tutto il periodo dell’Avvento, decorata con rami di abete, nastri, cannella e scorze d’arancia. Nelle versioni più moderne, per case più piccole, le candele diventano 4, una a settimana e si realizzano con qualsiasi tipo di materiale e decorazioni.

Il tipico ceppo di Natale della catalogna –

Tradizioni sorprendenti

A queste tradizioni, definite “classiche”, se ne aggiungono alcune davvero sorprendenti, quasi strane! In Venezuela, a Caracas, nei giorni che precedono Natale, le persone vanno a messa con i pattini e le autorità locali chiudono molte strade per agevolare il flusso dei “pattinatori”. In Norvegia, prima di andare a dormire il 24, nascondono le scope perché la vigilia è il giorno in cui streghe e spiriti malvagi escono allo scoperto nelle strade e potrebbero utilizzarle per volare via nella notte fredda.

Nella Repubblica Ceca la tradizione vuole che una donna si affacci dalla porta di casa e lanci una scarpa dietro le sue spalle per scoprire il proprio destino: se cade con la punta verso la porta significa che si sposerà entro l’anno! In Catalogna c’è il Tio de Nadal, o meglio il “Caga Tio”, un ceppo di legno decorato con faccia sorridente e un berretto rosso che “espelle” regali dalla parte posteriore dopo essere stato nutrito dai bambini come un vero animale domestico!

Più mangia, più regali… produrrà. Una tradizione tedesca prevede che tra gli addobbi dell’albero venga nascosto un cetriolo, non è chiara la ragione, ma il primo che lo trova la mattina di Natale riceverà un regalo extra. La cosa più bella però risiede proprio in questo, ogni popolo ha la sua storia e attraverso questa costruisce le proprie tradizioni.