Italia-Austria, scontro Rai-Figc: niente anticipo match, il motivo fa discutere

Italia-Austria è il match che si giocherà il 20 novembre, giorno in cui inizierà il mondiale di calcio in Qatar. Scontro tra la Rai e la Figc visto che questi ultimi avevano chiesto l’anticipo della partita: risposta negata, il motivo fa discutere

Scontro tra Figc e la Rai
Italia (Foto LaPresse)

Gli azzurri di Roberto Mancini hanno ottenuto due brillanti vittorie in altrettante sfide di Nations League rispettivamente contro Inghilterra ed Ungheria. Si va alle ‘Final Four‘ del torneo, ma non si può essere del tutto contenti visto che l’obiettivo principale era quello di accedere al Mondiale che già nel 2018 non abbiamo disputato visto che siamo usciti sconfitti nel doppio confronto playoff contro i modesti rivali della Svezia. Pochi mesi fa è stato il turno della Macedonia del Nord che ci ha spedito a casa (cosa che ha fatto anche il Portogallo contro di loro senza alcun tipo di problema).

Nel frattempo, però, gli azzurri giocheranno comunque una partita amichevole proprio nel giorno in cui inizieranno i mondiali di calcio in Qatar. La data è il 20 novembre alle 20:45. Secondo quanto riporta il ‘Corriere della Sera‘, la Federazione Italiana Giuoco Calcio avrebbe chiesto alla Rai di anticipare l’incontro amichevole, proprio per consentire la visione del massimo torneo agli spettatori, il giorno prima ovvero sabato 19 novembre. La risposta da parte dell’azienda non si è fatta attendere. Un secco “no“, ma il motivo è quello che fa discutere.

Italia-Austria, “no” della Rai alla Figc per l’anticipo: c’è ‘Ballando con le Stelle’

Scontro tra Figc e la Rai
Italia (Foto LaPresse)

Era stato chiesto di anticipare il match il giorno prima, ma la risposta della Rai è stata categorica: no assoluto, priorità a ‘Ballando con le Stelle‘. Niente da fare, quindi, per le federazione che voleva evitare appunto la contemporaneità della gara inaugurale del torneo tra il Qatar e l’Ecuador, prevista il giorno stesso anche se alle ore 17 (italiane).

Niente da fare quindi per gli azzurri che dovranno giocare il 20 novembre in una delle partita probabilmente più “inutili”. A maggior ragione visto che, a distanza di molti chilometri, si sta disputando un Mondiale che non siamo riusciti a conquistare per la seconda volta consecutiva. A trionfare, invece, è la conduttrice Milly Carlucci.