Ranocchia dice “stop”: l’addio al calcio in un VIDEO emozionante

In realtà era già nell’aria da qualche giorno, ma la conferma è arrivata direttamente dal calciatore: Andrea Ranocchia ha deciso di appendere le scarpette al chiodo e di chiudere definitivamente con il mondo del calcio in un VIDEO da brividi

Ranocchia dice addio al calcio
Andrea Ranocchia (Foto LaPresse)

I primi passi nelle giovanili del Bastia Umbra (proprio il luogo dove ha pubblicato il filmato). Poi il passaggio al Perugia che ha visto in lui delle qualità incredibili. Il grande salto con l’Arezzo che lo fa esordire in prima squadra. L’esordio in Serie A con la maglia del Bari. Il trasferimento al Genoa dove rimarrà per un anno e mezzo prima del passaggio nel club dove tutt’ora è un idolo dei tifosi: l’Inter. Una storia, quella con i nerazzurri, durata quasi undici anni (intervallata dai prestiti alla Sampdoria prima e Hull City poi).

Poi le due strade si sono separate per sempre. Il progetto Monza lo stuzzicava non poco: l’idea quella di aiutare un team alla sua prima esperienza in massima serie con una squadra formata da giovani inesperti lo ha reso orgoglioso. Solamente che, quel dannato 21 agosto, nella disastrosa trasferta di Napoli, Andrea si infortuna seriamente. Tanto è vero che è costretto a chiedere il cambio. Quella sarà la sua ultima partita con i biancorossi e l’ultima da calciatore.

Due giorni fa la rescissione consensuale con il Monza perché non se la sentiva di continuare e, soprattutto, non aveva alcuna intenzione di percepire denaro che non si sentiva di meritare. Un vero e proprio Signore (si, con la lettera maiuscola) in un mondo del calcio sempre più privo di queste persone. Nelle ultime ore l’addio al calcio giocato. Una notizia che, come riportato in precedenza, era nell’aria da qualche ora. La conferma è arrivata dal diretto interessato. In che modo? Con un filmato, dalla sua Umbria, mentre racconta la sua scelta che è stata condivisa dagli amanti del calcio che hanno capito ancora di più il personaggio e le sue straordinarie qualità umane.

Ranocchia dà l’addio al calcio: “Si è spento qualcosa, non ho più passione

Queste sono alcune delle sue parole: “Il mio ultimo anno e mezzo non è stato facilissimo. Piano piano anche la passione che ho sempre provato per questo gioco è venuta meno. A maggio dell’anno scorso, quando ero ancora all’Inter, sentivo che qualcosa non mi tornava ma non capivo cosa fosse. Con il club abbiamo deciso di separarci perché volevo trovare nuovi stimoli e nuove emozioni e ho avuto la fortuna di trovare il Monza che mi ha dato un’opportunità e grande fiducia.

Purtroppo all’inizio della stagione le sensazioni non erano migliorate e andando avanti è come se mi si fosse spento un interruttore, non c’era più passione. All’inizio non volevo accettarlo, sono andato avanti con impegno, ma sentivo che non c’era più niente dentro di me. Poi c’è stato questo brutto infortunio a Napoli che mi avrebbe tenuto lontano per mesi: senza la passione e la determinazione necessarie per tornare ho ritenuto giusto non prendere in giro nessuno, a partire da me stesso.

Ho sentito Galliani e gli ho espresso il mio malessere e la mia decisione, lui ha capito e ci siamo lasciati da amici e con grande rispetto. Non ho più niente da dare in questo momento. Adesso mi prendo un po’ di tempo per rimettere in ordine tutte queste emozioni e i miei pensieri per il futuro. Non credo proprio che tornerò a giocare a calcio, non è quello che voglio“.