Mazzocchi, non solo calciatore: in ritiro sono tutti incantati [VIDEO]

Arriva la prima convocazione per Pasquale Mazzocchi, esterno in forza alla Salernitana, che si è voluto esibire nel ritiro della nazionale in un altro tema che ha spiazzato completamente tutti [VIDEO]

Mazzocchi
Pasquale Mazzocchi (Foto LaPresse)

Una bellissima storia quella che vede come assoluto protagonista il calciatore inquadrato in foto. Stiamo parlando di Pasquale Mazzocchi uno che la Serie A se l’è sudata (nel vero senso della parola). Dalla Serie D fino ad arrivare al massimo campionato. Tra l’altro vincendo in tutti i tornei. Dopo anni in cadetteria la scorsa stagione si è coronato il suo sogno: quello di giocare in A. Prima con il Venezia e poi a gennaio con la Salernitana che gli ha dato la possibilità di mettersi in mostra.

Giocando, tra l’altro, ad altissimi livelli. Con tanto di fascia di capitano data dal tecnico Nicola che si fida ciecamente di lui. Come ha riportato lo stesso atleta in una intervista a ‘Dazn’: “Basta che ci guardiamo con uno sguardo per capire quello che vogliamo entrambi“. A 14 anni, dopo essere andato a scuola, faceva il fruttivendolo per dare una mano a casa. La sua famiglia è di Barra, un quartiere di Napoli molto difficile come lo ha descritto proprio lui.

Le sue ottime prestazioni, però, non sono passate assolutamente inosservate. Tanto è vero che è arrivata anche la chiamata da parte del commissario tecnico Roberto Mancini per la nazionale maggiore. Un sogno che si avvera. “I miei genitori stanno piangendo da tre giorni. Ancora non ci credono“. Una emozione unica, non potrebbe essere altrimenti. Nel frattempo il 27enne è stato accolto alla grande nel ritiro di Coverciano. Tanto è vero che, come per tutti quelli che sono alla loro prima esperienza, viene chiesto di fare una cosa molto particolare.

Mazzocchi, non solo calciatore: che doti da cantante [VIDEO]

A cosa ci stiamo riferendo? Quella di alzarsi in piedi su una sedia e di cantare. Un vero e proprio rito che tocca a tutti quelli che varcano il cancello di Coverciano per la prima volta. Poco importa se si è stonati o meno, l’importante è fare gruppo e togliersi di dosso la vergogna che si prova nel cantare dinanzi ad altri. Per Pasquale, invece, questo non è affatto un problema.

Anzi, le sue doti canore fanno rimanere tutti senza parole. Un gelo si sente tra gli altri calciatori visto che sono impegnati ad ascoltare la voce del loro collega. Un brano napoletano ad opera di Sal Da Vinci, ‘Viento‘. Una performance che è stata ripresa da molti di loro e che in un attimo è diventata virale sui social network. Una prova ampiamente superata da parte dell’esterno granata. Semplicemente da alzarsi in piedi ed applaudirlo.