Zelensky fa l’elenco all’Onu: “Ecco i 5 punti per vincere la guerra”

“Possiamo vincere questa guerra”: Zelensky lancia un appello all’Onu e parla di 5 punti che saranno decisivi. 

La sensazione è che il conflitto in Ucraina sia giunto in una fase decisiva, e per questo anche molto delicata e pericolosa.

Zelensky
Zelensky (Ansafoto)

Non sono solo le minacce di Putin sull’utilizzo del nucleare e gli annunci sul richiamo di molte persone in guerra a preoccupare, ma anche la sensazione che da Mosca siano in forte difficoltà, e tutto ciò potrebbe trasformarsi in una escalation che può cambiare le prospettive in questa fase. Se Putin si dichiara quindi pronto a tutto pur di difendere i territori e di portate avanti il conflitto, Zelensky lancia un appello all’Onu. “Possiamo vincere questa guerra” ha chiarito in un videomessaggio trasmesso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Poi ha svelato 5 punti sui quali servono riflessioni e miglioramenti, perché secondo il presidente ucraino potrebbero essere le chiavi giuste per chiudere i conti con Mosca e vincere la battaglia sul campo.

Zelensky all’Onu: “Tutti vogliamo pace, uno solo guerra, ma non lo consentiremo”

Zelensky
Zelensky © Ansa

I russi fuggono per evitare l’arruolamento, le proteste si moltiplicano, e Zelensky chiede di stringere il cerchio in una fase in cui Mosca soffre. Dall’altra parte Putin lancia attacchi differenti, dando per una volta la sensazione che al Cremlino siano in difficoltà, ma anche pronti forse a tutto in questa fase. Zelensky lo sa bene, e nella sua relazione all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, che lo ha accolto con un grande applauso, ha parlato di 5 punti chiave per vincere la guerra. “Tutti vogliamo la pace, uno solo guerra – ha esordito – ma non lo consentiremo”. Il fronte occidentale si ricompatta quindi in difesa dell’Ucraina, e Zelensky dopo la standing ovation ha elencato le 5 condizioni per mettere Mosca con le spalle al muro.

“Serve tempo, supporto, anche finanziario, e ancora armi e sistemi di difesa”. Questi i punti toccati da Zelensky che chiede di privare Mosca del diritto di veto oltre che l’istituzione di un “tribunale speciale” per giudicare i crimini commessi nell’invasione ordinata da Putin a gennaio.