Il fair play in campagna elettorale: il curioso assist della Meloni per Letta

Nel penultimo giorno prima del silenzio che poi porterà al voto, la coalizione del centro destra si è radunata nella capitale

E meno male che il centrodestra è pieno di persone rozze e maleducate, ma anche prevaricatrici e poco democratiche. Ma non sembra essere proprio così anzi si direbbe che alcune campane provenienti da sinistra non corrispondano al vero. Già perché, nonostante i veleni e le accuse da una parte e dall’altra, il gesto che sorprende arriva dalla coalizione nella quale fanno parte Meloni, Salvini e Berlusconi.

la manifestazione
Piazza del Popolo a Roma dove il centrodestra si è riunito per parlare alla gente (foto notizie.com)

 

Un gesto che non si è mai verificato anzi è la prima volta che succede. L’intera colazione di centrodestra si è radunata a Piazza del Popolo, uno dei posti più rappresentativi e belli della capitale, per parlare di programmi e dare la spinta decisiva alla campagna elettorale. In successione Berlusconi, Salvini e Meloni hanno parlato sul palco che è stato allestito per l’occasione. Un posto dove prenderanno parola non solo i leader ma anche altri protagonisti ci questa lunga corsa. E dallo stesso palco il giorno dopo, nella giornata conclusiva prima del silenzio elettorale, ci sarà la coalizione di centro-sinistra che prenderà parola e posto.

Un gesto che ha sorpreso….e forse destabilizzato

L'incontro
Piazza del Popolo a Roma dove migliaia di persone si sono radunate per ascoltare Meloni, Salvini e Berlusconi (foto notizie.com)

Con grande sorpresa, soprattutto a sinistra, la coalizione di centrodestra ha deciso di lasciare intatto il palco allestito per far parlare i leader della coalizione, anche per il giorno dopo. Avete capito bene, il posto costruito in fretta e furia per organizzare l’eventi resterà tale e quale anche il giorno dopo, dove a incontrarsi e prendere la parola saranno i vari Letta, Fratoianni, Bonelli e tanti altri della coalizione di centro-sinistra.

Un gesto che ha lasciato a bocca aperta. Non era tenuto il centrodestra a lasciare intatto il palco, anzi spesso e volentieri, quando ci sono accavallamenti di questo genere, si smonta tutto e si lascia fare alla parte avversario allestimenti e altro. Invece, appena finirà l’evento del centrodestra, il palco resterà al suo posto per permettere a Letta e soci di avere giù tutto proprio. Ovviamente l’unica cosa che cambieranno saranno gli stendardi e i manifesti. Ma il palco resterà lo stesso da dove ha parlato la Meloni e domani toccherà a Letta. Un gesto davvero carino e significativo dalla destra per la sinistra. Una gentilezza anche economica perché smantellare e ricostruire ha il suo costo in migliaia di euro. Una di quelle cose di cui parlano in pochi e che non è affatto scontata anzi. Hai capito questi rozzi e maleducati di destra che usano la gentilezza e il fai-play agli avversari? Ma non erano tutti brutti e cattivi? La domanda nasce spontanea: ma la stessa cosa sarebbe stata fatta anche al contraio? Forse sì oppure….