Caos monopattini a Roma: la denuncia della ‘Cnn’

Il caos monopattini a Roma è arrivato sulla ‘Cnn’. Andiamo a vedere nei dettagli la denuncia fatta dalla televisione americana.

Roma è finita ancora una volta sulla Cnn. Questa volta la televisione americana si è soffermata sul caos monopattini che ormai da diverso tempo si sta registrando nella Capitale.

Monopattini Roma
Il caos monopattini a Roma è finito sulla ‘Cnn’ © Ansa

Sul sito dell’emittente, come riportato da TgCom24, è precisato che “Roma ad oggi è invasa da più di 14mila monopattini moderni che bloccano i marciapiedi, innervosiscono gli automobilisti e uccidono“.

Inoltre, la stessa Cnn ha raccolto diverse denunce da parte dei cittadini e rivelato i numeri di quella che l’emittente ha definito una trappola mortale: quattro persone uccise alla guida da quando questi mezzi sono stati introdotti in città, un infortunio grave ogni tre giorni. E soprattutto si trattano di numeri ottenuti solamente con un dato molto basso di un utilizzo di monopattini: infatti quotidianamente viene utilizzato solamente il 2% di questi veicoli elettrici a noleggio.

La sosta selvaggia e la stretta del Campidoglio

Monopattini
Il Campidoglio prepara una stretta sui monopattini © Ansa

La Cnn si è soffermata anche sulla cosiddetta sosta selvaggia. L’emittente americana, infatti, ha sottolineato che i monopattini non utilizzati sono la grande sfida anche per le persone disabili.

Giuliano Frittelli, responsabile dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, ha raccontato alla televisione americana che “si muove con il suo bastone da passeggio intorno a una mezza dozzina di monopattini che si trovano sul marciapiede vicino al mio ufficio nel centro della città e quindi il primo problema è rappresentato dal parcheggio selvaggio“.

Proprio per cercare di mettere fine proprio a questa sosta senza controllo, il Campidoglio è al lavoro per la fotografia obbligatoria al momento del parcheggio. In questo modo il sindaco Gualtieri spera di poter mettere fine ai parcheggi selvaggi. Ma il Comune vorrebbe inserire anche una targa metallica, un tetto alla velocità (massimo 20 km) con passaggio automatico a 6 km nelle aree pedonali. Oltre che naturalmente autorizzare il noleggio solamente per i maggiorenni e con l’utilizzo della carta di identità per iscriversi.