Di Maio raccoglie firme per nuovo gruppo: ecco come si chiamerà

Sarebbero già una trentina i parlamentari pronti a lasciare il Movimento 5Stelle e seguire il nuovo gruppo con il Ministro degli Esteri

Il forte battibecco tra Luigi Di Maio, Ministro degli Esteri e Giuseppe Conte, leader del Movimento 5Stelle, sta portando ad una rottura definitiva. Di Maio è pronto a lasciare il Movimento. Nessun dubbio, nessun passo indietro: uno dei leader storici dei grillini è ad un passo dall’addio.

Di Maio
Di Maio pronto a creare un nuovo gruppo © Ansa

Uno scossone destinato a cambiare in modo repentino le dinamiche interne del Movimento. Da quanto emerge l’attuale titolare della Farnesina è sul punto di creare un nuovo gruppo alla Camera. È infatti in corso la raccolta delle firme, ma filtra da ambienti vicini ai dimaiani che sarebbe stata già raggiunta quota 20 deputati per formare il nuovo gruppo a Montecitorio. Tra questi, secondo indiscrezioni ci sarebbero nomi di spicco: Fabrizio Trentacoste, Vincenzo Presutto, Primo Di Nicola, Antonella Campagna, Simona Nocerino, Leonardo Donno e Sergio Vaccaro. Emiliano Fenu invece, annoverato tra i dimaiani, uscirà dal Movimento ma ancora non avrebbe deciso di abbracciare il progetto del ministro degli Esteri. Sono 22 invece alla Camera, tra cui Gianluca Vacca, Sergio Battelli, Alberto Manca, Caterina Licatini, Luigi Iovino, Vincenzo Caso, Davide Serritella, Daniele Del Grosso, Paola Deiana e Filippo Gallinella. Il nuovo gruppo dovrebbe chiamarsi Insieme per il futuro.

“Siamo già oltre una trentina a Montecitorio”, dice all’Adnkronos un pentastellato che nelle prossime ore formalizzerà il suo passaggio alla nuova compagine politica a cui sta lavorando il titolare della Farnesina. Per costituire un gruppo a Montecitorio servono 20 deputati in base al regolamento. Il regolamento del Senato invece, prevede che per la costituzione di un gruppo parlamentare servano almeno dieci senatori. Tuttavia, i dimaiani rischiano di non poter costituire un gruppo: l’art. 14 dice, infatti che i gruppi devono “rappresentare un partito o movimento politico che abbia presentato alle elezioni del Senato propri candidati con lo stesso contrassegno, conseguendo l’elezione di Senatori”.

Gli esponenti dei 5Stelle osservano l’evoluzione della situazione. “I dimaiani stanno raccogliendo firme per un nuovo gruppo? “Non lo so, vediamo, per ora lo leggo sulle agenzie, vediamo che succede. C’è un po’ di tristezza comunque” nel leggere queste cose. Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il senatore M5S Andrea Cioffi.