Haaland, una dieta da alieno: alimentazione stile… Cristiano Ronaldo!

Il quotidiano The Sun ha svelato il segreto del centravanti norvegese, che ha scelto il fenomeno portoghese come punto di riferimento.

Tante proteine, pochi grassi. È un fenomeno anche in cucina Erling Haaland, che per quanto riguarda l’alimentazione si ispira al migliore. Da quando ha lasciato casa sua a 16 anni per rincorrere il sogno di diventare calciatore professionista, il centravanti norvegese ha avuto grande cura del suo corpo e della sua condizione fisica. Ha deciso di essere molto meticoloso nella preparazione atletica, senza lasciare nulla al caso.

Erling Haaland
Il nuovo calciatore del Manchester City, Erling Haaland (Ansa)

In questo sembra aver preso molto da Cristiano Ronaldo, che anche a 37 anni continua a segnare con regolarità. Non è un caso che abbia vinto il premio come miglior giocatore del mese di aprile in Premier League. Lo stesso campionato in cui giocherà proprio Haaland, che è già stato ufficializzato dal Manchester City di Guardiola. Ma qual è il segreto del gigante classe 2000? E cosa ha in comune con Ronaldo?

Haaland e la dieta alla Cristiano Ronaldo: cosa mangia Erling?

Molti pensano sia una moda, ma per certi calciatori si è trasformata in necessità. Di cosa stiamo parlando? Dello chef personale, ovviamente. Nel caso di Haaland il menù è molto ristretto: il calciatore di 21 anni mangia solo pasta e pollo cucinati senza sale né olio. L’unica alternativa è il pesce azzurro, povero di grassi. Eppure ogni tanto, quando ritrova la famiglia, Erling si concede qualche sgarro. Adora andare con gli amici in quello che da bambino era il suo ristorante preferito: da “Yummy Time” si concede l’adorata pizza-kebab.

Anche se non è l’unico cibo che adora. Ogni tanto va al ristorante cinese “Wen Hua House” dove lo sgarro che si concede è l’anatra in agrodolce. La musica cambierà non appena incontrerà Guardiola, che da questo punto di vista è un sergente di ferro. I suoi calciatori non possono toccare diversi alimenti considerati proibiti. E durante la settimana ci sono le pesate. Chi sgarra paga – letteramente – di tasca sua. Anche Haaland è avvertito.