“Sei un traditore della patria!”: calciatore dell’inter accusato dai tifosi della Nazionale

Felipe Caicedo è stato aspramente criticato dopo aver condiviso una foto di Vidal che ha scherzato su un’inchiesta che rischia di squalificare l’Ecuador dal prossimo Mondiale.

L’Inter trionfa in Coppa Italia, scoppia la festa in casa nerazzurra. Juventus piegata ai tempi supplementari (2-4) nella finale di Roma con i calciatori di Simone Inzaghi pronti a festeggiare la vittoria sul campo e successivamente anche sui propri profili social.

Inter
L’Inter ha trionfato in Coppa Italia contro la Juventus (Ansa Foto)

Tra questi anche Felipe Caicedo, ex Lazio, passato al Genoa la scorsa estate e poi all’Inter nella sessione di mercato di gennaio. L’attaccante, impiegato poco dal momento del suo arrivo a Milano, ha comunque espresso tutta la sua gioia per la conquista del trofeo all’Olimpico. Solo che l’esultanza, sui suoi profili, non è stata particolarmente apprezzata in patria. La colpa? Aver scattato un selfie con Arturo Vidal, suo compagno all’Inter, ma cileno e quindi considerato “nemico” dai tifosi dell’Ecuador. Una Nazionale a cui Caicedo ha deciso di rinunciare per questioni interne dal 2017 dopo aver collezionato 22 gol in 68 presenze totali. Uno scatto innocuo bersagliato in modo ingiustificato dal mondo dei social: “Questo è ecuadoriano“, ha scritto Vidal accompagnando il messaggio da diversi smile.

Lo scatto incriminato: “Questo sì che è un ecuadoriano”

Caicedo Vidal
Ecco la foto “incriminata” postata sui social da Vidal. A destra Caicedo con la maglia dell’Ecuador (Ansa Foto)

Il centrocampista, ironicamente, ha voluto fare riferimento all’inchiesta aperta dalla FIFA, su segnalazione proprio del Cile, nei confronti dell’Ecuador per la sospetta nazionalità ecuadoriana di Bryan Castillo. Quest’ultimo, infatti, sarebbe in realtà colombiano e avrebbe aperto a uno scenario preoccupante: la FIFA, qualora fosse appurata la violazione del regolamento, potrebbe pure squalificare l’Ecuador dai Mondiali in favore dello stesso Cile. Per tale motivo lo scatto, di per sé innocente, è stato considerato fuori luogo vista l’aggiunta della frase di Vidal, comunque condivisa da Caicedo sui propri profili con la scritta “Crack”.

I tifosi ecuadoriani si sono infuriati rispondendo con toni duri: “Mai un traditore nella mia squadra” oppure “Entrambi vedranno il Mondiale in tv”. Il Cile ha fallito l’accesso tramite le qualificazioni, l’Ecuador sta rischiando per via dell’inchiesta relativa a Castillo. Caicedo, a prescindere, ha rinunciato alla maglia della Tricolor. Non bastavano le polemiche sul calcio di rigore del 2-2 assegnato all’Inter. Dopo la finale le critiche sono diventate social e pure mondiali…