Napoli, nuova esplosione a Frattaminore: indagano i carabinieri

Napoli, nuova esplosione che si è verificata a Frattaminore dove il sindaco della città, Giuseppe Bencivenga, proprio nelle ultime ore aveva scritto al prefetto di Napoli di salvaguardare il territorio con molta attenzione

Milano, svelato il mistero del dito perduto
Carabinieri (screenshot video YouTube)

Ci troviamo in provincia di Napoli, precisamente a Frattaminore, dove si è verificata l’ennesima esplosione di un ordigno. Non si tratta della prima volta visto che proprio negli ultimi giorni c’era stato un episodio del genere. Il tutto è accaduto nel cuore della notte, verso l’01:00, in piazzale Atella dove ad avere la peggio è stato il muro appartenente ad un circolo privato.

Fortunatamente non ci sono notizie né di morti né di persone rimaste gravemente ferite. Solamente tanto spavento per i residenti che sono stati svegliati dal forte rumore. Tantissime le chiamate ai carabinieri che si sono precipitati sul posto pochi minuti dopo. Tanto è vero che il nucleo della sezione di Giugliano ha avviato le indagini.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, coppia disoccupata vive in auto da tre mesi: “Aiutateci!” – VIDEO

Come riportato in precedenza, proprio pochi giorni fa è stata fatta esplodere un’altra bomba (esattamente il 5 febbraio) nei pressi di via Turati. Il 7 febbraio invece il sindaco della città, Giuseppe Bencivenga, ha scritto al prefetto di Napoli, Claudio Palomba. Il motivo è chiaro: chiedere più attenzione sul territorio dopo gli ultimi avvenimenti che hanno spaventato non poco i cittadini.

Napoli, a Frattaminore possibile guerra tra rivali dello stesso clan

Carabinieri torino auto ritrovamento
Carabinieri (screenshot video YouTube)

Secondo quanto riportano alcuni media locali pare che ci sia una guerra in atto tra rivali dello stesso clan dietro le bombe che sono state fatte esplodere in città. Questa è una delle ipotesi da parte dei carabinieri.

LEGGI ANCHE >>>Napoli, vicenda furto ‘Gratta e Vinci’: arrivano clamorose novità

Senza dimenticare che, nella notte tra domenica e lunedì, un’altra bomba è esplosa in via Sant’Angelo dove un cancello di uno stabile è stato danneggiato. Una cosa è certa: le forze dell’ordine continueranno le indagini per cercare di andare in fondo a questa situazione.

 

 

Impostazioni privacy