Nebbia a Roma a Capodanno, la spiegazione del meteorologo

A Capodanno su Roma è scesa una fitta nebbia. Ecco la spiegazione del fenomeno da parte di un meteorologo ai microfoni di ‘Fanpage’.

Nebbia Roma Capodanno
Roma si è svegliata a Capodanno avvolta da una fitta nebbia, ecco perché © Ansa

Roma nel nuovo anno è entrata con una fitta nebbia. Molti cittadini sui social, infatti, hanno pubblicato foto e video di una Capitale con una visibilità davvero bassa a causa proprio di questa nebbia.

LEGGI ANCHE <<< Meteo DOMANI lunedì 3 gennaio PREVISIONI in TEMPO REALE

Un fenomeno che, almeno secondo la spiegazione degli esperti, sarebbe stato provocato dall’alta pressione, con il vapore accumulato per giorni, e il raffreddamento notturno. Una combinazione destinata a ripetersi anche in futuro e per questo motivo non possiamo escludere che la Capitale nei prossimi giorni si risvegli ancora una volta avvolta dalla nebbia.

La spiegazione di Mario Giuliacci

Nebbia Roma
La spiegazione di Mario Giulacci sulla nebbia a Roma a Capodanno © Ansa

Per provare a spiegare questo fenomeno la reazione di Fanpage ha contattato Mario Giuliacci. Il meteorologo ha sottolineato come “la nebbia solitamente si forma con alta pressione e venti deboli. Il vapore che sale dal suolo resta nei primi dieci metri e si aggiunge a quello già presente. Una combinazione che, insieme al raffreddamento notturno, la crea. Per formare questa nebbia servono solitamente cinque o sei giorni. Quanto successo a Roma è strettamente collegato alle alte temperature che stiamo registrando in questi ultimi giorni, decisamente sopra la media stagionale“.

Un quadro meteorologico che potrebbe portare in futuro questo fenomeno ancora a Roma ma anche in altre città del nostro Paese. “Se la quantità di vapore che può contentare una massa d’aria a 10 gradi è di 10 grammi, a 20 ne può sopportare praticamente il doppio ha aggiunto Giulacci ai microfoni di Fanpgenella giornata di Capodanno la massima era di circa 17 gradi centigradi circa nelle ore centrali. Ricordiamo che solitamente questo fenomeno in inverno viene registrato con valori di temperatura al di sotto dei 10 gradi“.

LEGGI ANCHE <<< Meteo OGGI domenica 2 gennaio PREVISIONI in TEMPO REALE

In questo caso, però, il fenomeno è avvenuto per temperature che sono ormai da giorni sopra la media stagionale.