Il cantante Ultimo sferra un attacco e rifila un “ceffone” ai virologi

Non gli è piaciuta la canzone che tre importanti dottori hanno composto per invogliare la gente ad andarsi a vaccinare: “Pagliacci”

L'attacco
Il cantante Ultimo in un’esibizione a Sanremo l’anno scorso (Getty Images)

Un attacco durissimo. Parole senza pensarci sopra ma che hanno trovato l’approvazione dei fan e di tante altre persone che non hanno affatto gradito la prestazione di tre virologi che hanno composto una canzone per stimolare la gente a vaccinarsi sotto le feste. Stiamo parlando dell’imbarazzante video dei tre virologi Bassetti, Pregliasco e Crisanti che cantano la canzone “Sì, sì, vax” sulle note di Jingle Bell, una cosa che voleva essere ironica, ma che  fa ancora molto discutere e sollevando tante polemiche.

Tante persone si sono scagliate contro questa particolare “prestazione”, tanti si sono scagliati contro i tre “esperti” che hanno gestito la pandemia in Italia, scienziati “che ci hanno dimostrato che non c’è mai fine al peggio”, tra i tanti commenti contro Andrea Crisanti, Matteo Bassetti e Fabrizio Pregliasco che hanno fatto il giro del web, così come il loro video che non ha fatto sorridere quasi nessuno. Le intenzioni erano sicuramente altre, ma in pochi l’hanno apprezzato.

“Lasciate stare il palco ai cantanti, voi tornate in ospedale”

Matteo Bassetti covid
Matteo Bassetti (video screenshot)

E tra quelli che non hanno affatto apprezzato la performance canora dei virologi che invitavano tramite l’esibizione a vaccinarsi c’è un famoso cantante, molto amato e seguito dai giovani, Ultimo. Uno di quelli che parla poco, ma quando lo fa non è mai tenero anzi, quando esce allo scoperto difficilmente si tiene e tira fuori tutto quello che ha, come nella canzoni che scrive.

Ultimo, infatti, ha duramente attaccato gli esperti del Covid con una storia  su Instragram e su un post (che poi in serata è sparito) ha scritto: “Lasciate che a cantare sul palco siano i cantanti e tutti quelli che lavorano con noi. Sono due anni che molti di noi non possono fare il proprio mestiere. Tornate negli ospedali a fare il vostro lavoro. Smettetela di andare in tv a fare i pagliacci e le star”.