Covid, stretta del Governo: le nuove regole per entrare allo stadio

In arrivo nuove regole per entrare allo stadio. Il Governo sembra essere intenzionato mettere in campo nuove regole contro Omicron.

Regole stadio
Le nuove regole per entrare allo stadio © Getty Images

In Italia sono in arrivo nuove regole per entrare allo stadio. Il Governo, secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, nel Consiglio dei ministri di 23 dicembre, dovrebbe dare il via libera all’obbligo del tampone negativo per tutte le persone intenzionate ad andare a vedere la partita (anche vaccinati e guariti).

Si tratta di una misura che dovrebbe entrare in vigore dal 27 dicembre e quindi le prime partite ad essere coinvolte sono quelle della prima giornata di ritorno di Serie B. Le nuove regole faranno il loro esordio nel massimo campionato il 6 gennaio.

LEGGI ANCHE <<< La Roma ‘chiama’ i tifosi allo stadio, mini-abbonamento a prezzi popolari

Una decisione del Governo che sembra allontanare definitivamente la possibilità di ampliare la capienza al 100%. Il discorso su questo tema potrebbe essere nuovamente affrontato tra marzo e aprile, ma molto dipenderà dall’andamento del Covid in Italia.

Le regole per entrare allo stadio

Tifosi Roma
Le regole attuali per entrare allo stadio © Getty Images

In attesa di capire come si muoverà il Governo nei prossimi giorni, per l’ultima giornata di andata di Serie A le regole per poter assistere ad una partita dal vivo restano quelle approvate dal Governo il 6 dicembre. Per entrare allo stadio si deve essere in possesso del Super Green Pass, la certificazione verde che viene data solamente a chi è vaccinato o guarito. All’interno dell’impianto si deve obbligatoriamente indossare la mascherina e rispettare rigorosamente il posto indicato nel biglietto.

LEGGI ANCHE <<< Super green pass, cosa cambia dal 6 dicembre: le nuove misure

Non ci sono, al momento, altre restrizioni, ma, come detto, presto potrebbero arrivare. Il Governo, infatti, sarebbe pronto ad introdurre l’obbligo del tampone anche per i vaccinati e i guariti.  Una misura che potrebbe portare un calo della presenza dei tifosi allo stadio (soprattutto per motivi economici) e per questo motivo non si esclude già nelle prossime ore un confronto Lega-Vezzali per provare a trovare un compromesso e provare ad escludere il calcio da questo provvedimento.