Dl Superbonus, l’economista Ferri: “Giorgetti non ha torto, ma si faccia regime transitorio per un po’…”

A Notizie.com il professore ordinario di economia politica all’Università Lumsa dice: “Le banche non possono tenersi in pancia dei crediti che non possono utilizzare, farebbero perdite ingenti ed è contro la logica del mercato

Penso che il ministro Giorgetti abbia ragione nella sostanza, direi che abbiamo un po’ esagerato col Superbonus, ma è anche vero che quando la normativa esiste e i contratti sono scritti fare dei provvedimenti retroattivi è contro la logica del mercato, quindi è necessario trovare una via di mezzo, un modo che riconosce qualche discrimine per riconoscere i contratti scritti senza doverli scrivere di nuovo“. Sono le parole a Notizie.com del Professore ordinario di economia politica all’Università Lumsa Giovanni Ferri riguardo a quando sta accadendo al Dl sul Superbonus. Il via libera sul testo che è stato ulteriormente rafforzato da altre novità, come la restrizione della compensazione dei crediti anche e soprattutto per le banche e gli intermediari, con la ripartizione in 10 anni della detrazione spettante.

Il ritardo
Il caos del Superbonus sta facendo preoccupare le banche (Facebook Notizie.com)

 

Per le banche una preoccupazione in più perché vedono come impossibile la compensazione delle somme già acquisite alla luce delle restrizioni imposte. E su questo il professore Giovanni Ferri aggiunge a Notizie.com: “Le banche sono i soggetti deputati a raccogliere i crediti d’imposta e a dare così liquidità, ma se le banche smettono di dare questa liquidità sulla base dei crediti che hanno come garanzia, allora a quel punto si blocca il settore edilizio, con il serio rischio di una frenata brusca da parte dell’economia. Le banche negli ultimi anni hanno avuto una grande proffittabilità grazie a alla condizione favorevole dei tassi che sono saliti, in più l’economia non è andata in recessione, ma per le stesse banche è un grosso intralcio questa retroattività ed è normale che siano preoccupare perché non possono più scaricare e senza poter scaricare i crediti d’imposta, è un bel guaio, ma secondo me se si attuasse un regime transitorio, che so per un anno, potrebbe aiutare a risolvere situazione

Impostazioni privacy