Da non credere: esperti d’arte litigano su Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci e la Gioconda: il capolavoro dell’artista scienziato scatena una vera e propria lite tra esperti d’arte

Il mondo dell’arte è nuovamente scosso da una controversia che riguarda uno dei suoi più celebri capolavori: la Gioconda di Leonardo da Vinci.

Esperti litigano su Leonardo da Vinci
Ritratto di Leonardo da Vinci -Ansa- Notizie.com

Al centro del dibattito, il paesaggio misterioso che fa da sfondo al ritratto della donna più famosa della storia dell’arte. Ann Pizzorusso, geologa e storica dell’arte specializzata nel Rinascimento italiano, sostiene una teoria affascinante ma divisiva.

Leonardo da Vinci: la controversa analisi di Ann Pizzorusso

Secondo la sua analisi, il paesaggio dipinto da Leonardo dietro la Monna Lisa non sarebbe frutto della sua immaginazione, ma un luogo reale e precisamente una zona specifica del lago di Como.

La Gioconda di Leonardo da Vinci ha aperto una controversia
La Gioconda di Leonardo da Vinci -Ansa- Notizie.com

La Pizzorusso identifica nel ponte raffigurato nell’opera il ponte Azzone Visconti a Lecco e nelle montagne sullo sfondo le Alpi sud-occidentali che dominano il lago di Garlate. Questo dettaglio non sarebbe casuale ma frutto delle conoscenze geografiche e degli spostamenti di Leonardo in quella regione italiana.

Silvano Vinceti, noto per le sue ricerche storico-artistiche, ha espresso un parere nettamente contrario riguardo all’interpretazione fornita da Pizzorusso. Secondo Vinceti, l’affermazione che il paesaggio alle spalle della Gioconda rappresenti un angolo specifico del lago di Como “poggia sulle sabbie mobili” delle congetture senza fondamento solido.

Il presidente del Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Storici ha portato avanti una teoria differente basata su studi approfonditi: il vero scenario ritratto sarebbe un tratto del fiume Arno presso l’antico ponte Romito a Laterina (Arezzo). Questa località si adatterebbe meglio alla descrizione topografica e geologica implicita nell’opera d’arte.

La disputa tra i due studiosi si arricchisce anche di elementi tecnici dettagliati legati alla composizione pittorica leonardesca. Mentre Pizzorusso mette in evidenza somiglianze strutturali e naturalistiche tra il paesaggio dipinto e quello reale del nord Italia, Vinceti sottolinea come le caratteristiche geologiche presentate nella tela corrispondano invece a quelle tipiche delle zone circostanti l’Arno.

La controversia sulla ricerca artistica

Questa controversia evidenzia quanto sia complesso interpretare con certezza gli elementi contenuti nelle opere d’arte rinascimentali e quanto sia affascinante continuare a indagare i misteri lasciatoci in eredità dai grandi maestri come Leonardo da Vinci. Ogni nuova ipotesi apre scenari intriganti sulla vita dell’artista, sui suoi viaggi e sulle sue ispirazioni; tuttavia rimane chiaro che senza prove incontrovertibili ogni teoria resta soggetta al dibattito accademico. Mentre gli esperti continuano a esplorare nuove piste interpretative sulla Gioconda e sul suo enigmatico sfondo, ciò che rimane indiscusso è la capacità intramontabile dell’opera di generare interesse, studio ed emozione attraversando i secoli.

Impostazioni privacy