Ricci replica a Conte: “Non lo accetto”

Matteo Ricci, sindaco di Pesaro ed esponente del Pd, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’ si sofferma sulle ultime parole di Conte e lancia un messaggio.

Che in casa Pd non si respira aria serena lo sappiamo ormai da tempo, ma le ultime vicende riguardanti Bari hanno aperto una nuova frattura: quella con il M5s. Botta e risposta da lontano e un partito sempre più separato sulla possibilità di correre con Conte sia a livello locale che nazionale.

Ricci intervista Corriere della Sera
Ricci replica alle accuse di Conte – Notizie.com – © Ansa

Chi spera spera in una alleanza è sicuramente Matteo Ricci. Il sindaco di Pesaro conferma in un’intervista al Corriere della Sera la sua disponibilità ad una coalizione con i pentastellati, ma allo stesso tempo lancia un chiaro messaggio a Conte. Insomma, sì ad un dialogo solo se da parte del leader del M5s ci sia un cambio di atteggiamento.

Ricci contro Conte: duro attacco

Ricci intervista Corriere della Sera
L’attacco di Ricci a Conte – Notizie.com – © Ansa

Ricci si conferma uno dei principali sostenitori dell’alleanza giallorossa. Il motivo? Secondo lui non c’è altra alternativa al centrodestra. Per farlo, però, ci vuole un cambio di atteggiamento da parte di Conte. Il sindaco di Pesaro ribadisce di non voler accettare lezioni di moralità del leader pentastellato e, soprattutto, questi litigi non fanno altro che favorire l’attuale maggioranza.

Vedremo se alla fine ci sarà un cambio di passo nei prossimi giorni o assisteremo ancora ad una alleanza che fatica davvero a decollare. Di certo stiamo parlando di un qualcosa che terrà banco ancora per diverso tempo.

Sala apre al M5s

Ricci intervista Corriere della Sera
Sala apre ai pentastellati – Notizie.com – © Ansa

Un altro esponente dem che continua a tenere la porta aperta ai pentastellati è Sala. Il sindaco di Milano a La Repubblica conferma la necessità di aprire un dialogo con il partito di Conte e anche con il centro per riuscire a superare il centrodestra. Insomma, la discussione nel partito è aperta e non ci resta che aspettare i prossimi giorni per capire cosa realmente succederà al Nazareno e non solo.

Impostazioni privacy