Paura in città, trema ancora la terra: diverse persone in strada

Ancora una scossa di terremoto in Italia. Il sisma è stato sentito distintamente da diverse persone e alcune sono scese in strada per la paura.

Non si fermano le scosse di terremoto nella zona dei Campi Flegrei. L’ultimo sisma è avvenuto nelle prime ore di questa domenica 3 marzo 2024. Stando alle prime informazioni, il movimento tellurico è stato di magnitudo 3.4 e avvertito anche a Napoli. Alcune persone sono scese in strada per paura, ma non ci sono particolari danni a persone o cose.

Terremoto Campi Flegrei
Ancora un terremoto ai Campi Flegrei – Notizie.com – © Ansa

Al momento non si registrano ulteriori scosse di terremoto. Ma la faglia resta comunque sotto la massima sorveglianza anche perché non sono da escludere dei movimento di assestamento nelle prossime ore.

Tanta paura tra i cittadini

Terremoto Campi Flegrei
Il sisma è stato sentito da diverse persone – Notizie.com – © Ansa

L’epicentro del terremoto è stato ai Campi Flegrei, ma il sisma lo hanno avvertito anche a Napoli. In particolare, nei quartieri di Pianura e Fuorigrotta. Immediate le segnalazioni sui social. “Che botta“, ha scritto un utente su X mentre un altro ha aggiunto: “Si torna a ballare“.

Come detto in precedenza, alcuni hanno preferito scendere in strada per timore di altri movimenti tellurici. Fortunatamente, però, non ci sono stati danni a persone o cose e la situazione ora sembra essere tornata sotto controllo. In un primo momento si era avanzata qualche preoccupazione per l’ordine pubblico in vista della partita tra Napoli e Juventus. Ma, come riferito da Il Messaggero, le autorità locali non hanno manifestato questo problema. Naturalmente vedremo come si svolerà la situazione del terremoto nelle prossime ore.

I Campi Flegrei continuano a tremare

Terremoto Campi Flegrei
I Campi Flegrei continuano a tremare – Notizie.com – © Ansa

I Campi Flegrei continuano a tremare ormai da diversi mesi. Le scosse, anche se di magnitudo inferiore rispetto a quella di oggi, non sono terminate e la situazione resta critica. L’attenzione degli esperti, quindi, resta molto alta in questa zona e la speranza dei cittadini è che si possa tornare alla normalità il prima possibile.

Impostazioni privacy