Pd-M5s, si replica il modello Sardegna in un’altra regione: c’è l’annuncio

La vittoria in Sardegna ha saldato il rapporto tra Pd e M5s. Il modello è pronto ad essere replicato in un’altra regione. C’è l’annuncio ufficiale.

Pd e M5s pronti a proseguire insieme almeno a livello regionale. In attesa di capire se questa alleanza può essere messa in campo anche alle prossime politiche, i due partiti, galvanizzati dal successo in Sardegna, hanno intenzione di dare vita ad una stretta collaborazione per quanto riguarda le amministrative.

Pd M5s alleanza Liguria
Nuova alleanza a livello regionale tra Pd e M5s – Notizie.com – © Ansa

Come annunciato da Davide Natale in un’intervista a Il Secolo XIX, anche in Liguria è nata l’asse tra Pd e M5s. I due partiti alle prossime Regionali si presenteranno insieme e, come confermato dal segretario regionale dem, il candidato sarà un politico. Il nome in pole position è quello di Orlando, ma i ragionamenti sono in corso e presto saranno sciolti anche gli ultimi dubbi.

In Liguria modello Sardegna o Abruzzo?

Pd M5s alleanza Liguria
La Paita non chiude le porte ad una alleanza in Liguria con Pd e M5s – Notizie.com – © Ansa

Se l’asse Pd-M5s sembra essere ormai certa, difficile ad oggi immaginare in Liguria un accordo simile a quello trovato in Abruzzo. Italia Viva e Azione potrebbero decidere anche di correre da soli. Anche se su questo non si hanno assolutamente certezze.

La porta, almeno da parte dei renziani, non è assolutamente chiusa. “Valuteremo di volta in volta in base ai candidati“, il monito di Raffaella Paita a Il Tempo. La decisione definitiva, quindi, sarà presa solo dopo il nome. Difficile vedere Renzi e Calenda sostenere Orlando, possibile in cambio di rotta in caso di un politico locale. Riflessioni in corso e dubbi che saranno sciolti solamente nel giro di qualche settimana.

M5s e Pd insieme a livello nazionale?

Pd M5s alleanza Liguria
Bettini sul possibile accordo tra Pd e M5s – Notizie.com – © Ansa

Su questo passaggio la strada da percorrere è ancora lunga. Le differenze tra Pd e M5s ci sono, ma Bettini in un’intervista al Fatto Quotidiano sottolinea come le distanze sono minori delle vicinanze. Quindi non possiamo escludere praticamente nulla almeno fino alle prossime elezioni.

Di certo la vittoria in Sardegna ha riavvicinato i due partiti. I rapporti tra Conte e Schlein sono ritornati normali e le prossime elezioni regionali saranno fondamentali per capire se continuare insieme oppure ritornare a dividersi.

Impostazioni privacy