Regionali Sardegna: centrodestra deluso. Scambio di accuse tra FdI e Lega

È Alessandra Todde la nuova presidente della Regione Sardegna. La candidata del campo largo M5S-Pd sorpassa Paolo Truzzu dopo uno spoglio durato 24 ore e che al momento non è ancora terminato. 

I dati non sono ancora definitivi, mancano le ultime sezioni, ma tra Todde, prima presidente donna della Sardegna, e il candidato di centrodestra c’è una differenza di poche migliaia di voti.

Regionali Sardegna: centrodestra deluso. Lo scambio di accuse tra FdI e Lega
Regionali Sardegna: centrodestra deluso. Lo scambio di accuse tra FdI e Lega (Ansa Foto) – notizie.com

Il voto disgiunto promosso dalla Lega?

Sulle preferenze a Truzzu sembra aver pesato il voto disgiunto: secondo alcuni c’è la mano della Lega dietro, che potrebbe aver remato contro il candidato di Fratelli d’Italia imposto dalla premier Giorgia Meloni a sfavore di Christian Solinas.

Fino a questo momento c’è silenzio nel centrodestra, che non commenta il risultato. Matteo Salvini ha anche rinunciato alla partecipazione a Quarta Repubblica di Nicola Porro di ieri sera.

Deidda (FdI): “In 5 anni non abbiamo governato brillantemente”

Lo scambio di accuse è reciproco. La Lega dà la colpa a FdI per aver imposto il sindaco uscente di Cagliari come candidato alla Regione, e Fratelli d’Italia accusa il Carroccio: “Paghiamo il fatto che forse in cinque anni non abbiamo governato proprio brillantemente”, dichiara Salvatore Deidda come riporta La Stampa.

Giuseppe Conte, Alessandra Todde
Giuseppe Conte, Alessandra Todde (Ansa Foto) – notizie.com

La sconfitta di Truzzu a Cagliari

La sconfitta che pesa più di tutte è quella di Cagliari: “Tra Todde e Truzzu, a Cagliari ci sono più di 13 punti di differenza. Noi abbiamo preso il 4%”, dice un leghista come riporta La Stampa.

Cosa succede ora

Questo clima non emerge però al pranzo che ieri, lunedì 27 febbraio, si è tenuto a Palazzo Chigi, dove i leader del centrodestra si sono incontrati mentre lo spoglio era ancora lontano. Le questioni in coalizione restano e forse oggi si riunirà un nuovo tavolo che avrà come argomento il candidato in Basilicata.

In generale, la sconfitta del centrodestra si fa sentire: Fratelli d’Italia arretra al 14% e per la Lega pesa il 3,7%, che anche se andrà sommato alle percentuali del Partito sardo d’Azione, mettono nero su bianco una sconfitta.

Impostazioni privacy