Bufera Vannacci, almeno tre le inchieste: la mossa della Lega

Bufera attorno a Roberto Vannacci, sono almeno tre le inchieste che lo riguardano: la nuova mossa da parte della Lega (che non lo molla un attimo) 

Fino a questo momento sono almeno tre le inchieste che lo riguardano. Questo è quello che hanno dichiarato più quotidiani stamani. Protagonista di questa vicenda Roberto Vannacci. Il generale, divenuto famoso per via di alcune sue dichiarazioni nel suo libro “Il mondo al contrario” lanciato in estate, continua a far parlare di sé. Sia la procura ordinaria, che quella militare, continuano ad indagare su di lui. Non è affatto finita qui visto che anche la magistratura contabile ha deciso di vederci chiaro mettendolo nel mirino.

Bufera attorno al generale
Il generale Roberto Vannacci (Ansa Foto) Notizie.com

Secondo quanto riportato dal ‘Corriere della Sera‘ pare che verrà aperto un fascicolo nei suoi confronti. Le accuse sono molto gravi visto che si parla di danno erariale da parte della Corte dei Conti del Lazio. Motivo? Riguardante alcune spese effettuate nel periodo in cui si trovava a Mosca (tra il 7 febbraio del 2021 ed il 18 maggio dell’anno successivo). In merito a ciò sono divenute virali le parole del generale su queste inchieste che lo riguardano: “Non faccio alcuna dichiarazione al riguardo, sono temi che riguardano il mio servizio, dico solo che sono molto sereno e che riferirò nelle sedi opportune“.

Vannacci, almeno tre le inchieste che lo riguardano: le ultime

Di questa vicenda ha voluto esprimere il proprio pensiero anche il suo avvocato, Giorgio Carta: “Nel rispetto del codice dell’ordinamento militare, tutti i chiarimenti del caso saranno forniti nelle sole sedi istituzionali. Vannacci continua la sua attività divulgativa e presenterà le proprie considerazioni nelle sedi opportune“.

Bufera attorno al generale
Il generale Roberto Vannacci (Ansa Foto) Notizie.com

Gli inquirenti, in questo momento, stanno indagando in merito ad una dettagliata relazione ministeriale (da parte della Difesa) per quanto riguarda una sua indennità di servizio per i familiari percepite illecitamente durante il periodo in Russia, spese per benefit legate all’auto di servizio non autorizzate e non solo. Anche per rimborsi in merito all’organizzazione di eventi e cene. Avvenimenti che, però, non sarebbero mai stati organizzati (sempre a Mosca).

In merito a questa vicenda non si è fatta attendere la mossa da parte della Lega. Il partito non molla Vannacci visto che, il loro obiettivo, è quello di candidarlo in vista delle prossime elezioni europee. Il Carroccio parla di giustizia ad orologeria. Il generale ha già firmato per la sua corsa elettorale con tanto di fideiussione. Ovvero? La copertura delle spese della campagna da parte di via Bellerio.

Impostazioni privacy