Foti era coinvolto in un’inchiesta sugli appalti, il pm archivia

Il nome del capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia era uscito fuori da alcune intercettazioni e tirato in ballo dal quotidiano Domani, ma la sua posizione è chiarita

Era stato puntato e messo nel mirino dalla sinistra, ma alla fine qualcuno ha dovuto fare marcia indietro. Come spesso succede in Italia, si punta il dito e si mette sul banco degli imputati senza aver ancora avuto nemmeno un processo. Ma si sa, a volte anzi, il più delle volte c’è la brutta abitudine di accusare il politico di turno di aver commesso illeciti o altro, soprattutto se il nome del deputato o senatore dovesse spuntare in qualche inchiesta o intercettazione. E’ successo al capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia Tommaso Foti, con giornali, soprattutto il quotidiano Domani che aveva già messo tutte le carte in tavola e deciso che tipo di piega doveva prendere la vicenda. Ma la Procura di Piacenza ha firmato venerdì 16 febbraio la richiesta di archiviazione per Tommaso Foti.

Il capogruppo
L’onorevole Tommaso Foti alla Camera durante il voto sulla Legge di Bilancio (Ansa Notizie.com)

A sottolinearlo in una nota è la procuratrice Grazia Pradella, tanto che si osserva che “dovendosi esprimere il Gip su detta richiesta non si intende rilasciare ulteriori delucidazioni” ha ribadito e precisato la stessa Procura di Piacenza. Il deputato di Fratelli d’Italia era risultato indagato per corruzione e traffico di influenze illecite in un’inchiesta sugli appalti in provincia di Piacenza.

Pradella chiarisce una volta per tutte la posizione di Foti

La replica
Il Premier Giorgia Meloni mentre discute in Parlamento (Ansa Notizie.com)

Ma il comunicato della procuratrice Pradella arriva soprattutto per un motivo, per chiarire alcune situazioni che riguardano proprio Tommaso Foti e alcune notizie apparse in particolare sul quotidiano “Domani” che in prima pagina titolava “Foti mi ha chiesto 15mila euro”. Non solo. Il capogruppo di Fdi allarma Meloni”, altro elemento nella titolazione e ancora altro pezzo con scritto “Soldi per elezioni e favori, i pm indagano ancora su Foti”.

Dell’iscrizione nel registro degli indagati di Tommaso Foti per corruzione e traffico di influenze illecite si era saputo tutto già due anni fa, ma qualcuno pensava di fare lo scoop. In ritardo è stato scritto e praticamente due giorni prima della pubblicazione è arrivata l’archiviazione. Una pessima figura da parte del quotidiano. Ora la richiesta di archiviazione che dovrà essere vagliata da un gip.

 

Impostazioni privacy