Protesta trattori, importanti passi in avanti: l’annuncio del governo

Protesta trattori, nelle ultime ore sono stati effettuati degli importanti passi in avanti: l’annuncio da parte del governo 

La protesta dei trattori continua ad andare avanti oramai da settimane. Nel frattempo, però, ci sono degli importanti cambiamenti che potrebbero far piacere a coloro che sono scesi in piazza per maggiori tutele della filiera da parte dell’Unione Europea e del Governo. Nelle ultime ore si è tenuto un incontro al ministero dell’Agricoltura. Nel corso dello stesso ha partecipato il sottosegretario al Masaf, Patrizio La Pietra insieme a sei rappresentanti appartenenti al movimento “Riscatto agricolo“.

Governo apre al confronto
Protesta trattori (Ansa Foto) Notizie.com

Ad esprimere le prime dichiarazioni al termine dell’incontro ci ha pensato uno dei portavoce di ‘Riscatto Agricolo’, vale a dire Andrea Papa. Quest’ultimo ha fatto sapere che si è trattato di un incontro positivo. Non solo: si è arrivati ad un momento importante per effettuare un cambio di passo per quanto riguarda la politica agricola comunitaria. In che modo? Andando a semplificare l’erogazione degli aiuti, scongiurando anche dei tagli finanziari e non solo. “Bisogna dire basta alla vergogna degli aiuti per non produrre” ha fatto sapere La Pietra ai giornalisti presenti all’esterno del ministero.

Protesta trattori, incontro positivo al ministero per ‘Riscatto agricolo’: le ultime

Allo stesso tempo, però, La Pietra ha fatto sapere che ci sono delle importanti novità sul dossier da parte dell’esecutivo. Nelle prossime settimane, infatti, il governo tenderà ad aprire un confronto con le Regioni ed anche con le organizzazioni agricole per cercare di individuare le filiere a cui destinare i primi interventi di sostegno.

Governo apre al confronto
Protesta trattori (Ansa Foto) Notizie.com

Non solo: il sottosegretario ha anche annunciato che il governo, fino a questo momento, ha già stanziato una cifra importante: stiamo parlando di 300 milioni di euro. Soldi arrivati grazie alla legge di Bilancio per il prossimo triennio per dare una mano in merito alle emergenze che hanno colpito il mondo dell’agricoltura. Come annunciato in precedenza, però, le proteste da parte dei trattori continuano ad andare avanti.

In particolar modo nella città di Rimini dove, nelle ultime ore, sono arrivati almeno una sessantina di mezzi radunati da via Coriano, via Marecchiese, Statale Adriatica e uscita A14. La conferma arriva direttamente dall’agenzia stampa ‘Ansa’ dell’Emilia-Romagna. Non ci sono stati problemi di traffico e di viabilità nei momenti del raduno dei mezzi agricoli. Mentre il ministro dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare, Francesco Lollobrigida, vede gli agricoltori ed annuncia che è in arrivo l’emendamento dell’Irpef.

 

Impostazioni privacy