Colette Avital su Netanyahu: “Lui vuole solo una cosa”

Colette Avital, leader laburista, in un’intervista a ‘La Stampa’ si sofferma sulla guerra in corso a Gaza e parla in modo molto duro di Netanyahu.

La battaglia a Gaza continua senza sosta. Israele non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro e questo viene confermato dalla decisione di Netanyahu di attaccare Rafah. Il presidente israeliano in questi giorni ha confermato la sua volontà di non accettare qualsiasi accordo e di continuare a combattere fin quando non ci sarà il successo.

Avital intervista La Stampa
Avital si sofferma sulla guerra in Israele – Notizie.com – © Ansa

Un pensiero che viene confermato anche da Colette Avital, leader laburista, in un’intervista ai microfoni de La Stampa. La politica prima di tutto svela come l’attacco del 7 ottobre ha assolutamente indurito i cuori di molti israeliani. Un qualcosa che resterà nella storia e che difficilmente gli israeliani, ma tutto il mondo riuscirà a dimenticare.

Avital e l’obiettivo di Netanyahu

Avital intervista La Stampa
Avital svela il vero obiettivo di Netanyahu – Notizie.com -© Ansa

Avital in questa intervista rivela quali sono i veri obiettivi di Netanyahu nella guerra. Secondo la leader laburista, il presidente israeliano non vuole solamente vincere il conflitto, ma la sua volontà è “quella di schiacciare Hamas“. Una situazione che sta portando il Paese a dividersi e non solo la politica.

Stando a quanto riferito dalla stessa leader laburista, nel Paese c’è ancora chi ama Hamas, ma di certo stiamo parlando di un Israele spaccato in più parti e questo non riguarda solo la politica. Vedremo se la divisione porterà Netanyahu a fare un passo indietro sul conflitto oppure continuerà per la sua strada che per il momento non vede assolutamente un cessate il fuoco vicino.

A Gaza si continua a combattere senza sosta

Avital intervista La Stampa
A Gaza si continua a combattere senza sosta – Notizie.com – © Ansa

A Gaza si continua a combattere senza sosta. Come detto in precedenza, Israele non ha nessuna intenzione di fare un passo indietro e per questo motivo il conflitto andrà avanti ancora per diverso tempo. Naturalmente le parti diplomatiche sono al lavoro con l’obiettivo di arrivare ad un cessate il fuoco il prima possibile, ma la strada è in salita e non ci resta che aspettare i prossimi giorni per avere un quadro molto più chiaro su cosa potrà succedere in futuro.

Impostazioni privacy