AO, dalla Serbia ribattono: “Ecco perché Djokovic ha perso contro Sinner”

A pochi giorni dalla chiusura dell’Australian Open arrivano notizia che spiazzano direttamente dalla Serbia: “Ecco perché il nostro Djokovic ha perso contro Sinner”

Subire una sconfitta non è mai bello. Soprattutto per uno che è sempre stato abituato a vincere in ogni torneo in cui ha partecipato. Questa volta, però, è andata in maniera completamente diversa per Novak Djokovic che nulla ha potuto fare contro il talento di Jannik Sinner. Il serbo, infatti, si è dovuto arrendere in semifinale contro il nativo di San Candido (che alla fine ha trionfato in quel di Melbourne) all’Australian Open. Nel frattempo, però, proprio dal suo Paese (la Serbia) arriva una notizia che spiazza completamente tutti.

Djokovic avrebbe perso perché aveva la febbre
Jannik Sinner e Novak Djokovic (Foto LaPresse) Notizie.com

A lanciare la clamorosa indiscrezione ci ha pensato direttamente un noto giornalista locale, Luka Nikolic. Quest’ultimo, con un tweet sul suo canale ‘X‘, ha comunicato che la sera prima della semifinale Djokovic aveva avuto la febbre. Per questo motivo, secondo il giornalista, il serbo avrebbe perso sul campo contro il nostro italiano. Non solo: ha aggiunto anche che aveva avuto gli stessi stimoli di Zverev. Per tre settimane era stato ammalato, poi una ricaduta lo avrebbe colpito.

AO, dalla Serbia: “Djokovic ha perso contro Sinner perché aveva la febbre”

Insomma, nei primi due set avrebbe giocato male e perso per via di questa febbre. Nikolic è così convinto di questa teoria: “Era debole e non in grado di affrontare la sfida. In quelle condizioni è difficile giocare bene. Andare dal medico? Non ne voleva sapere. Non voleva che i giornalisti alzassero un vero e proprio polverone mediatico“. Per questo motivo il campione serbo sarebbe rimasto in silenzio.

Djokovic avrebbe perso perché aveva la febbre
Jannik Sinner e Novak Djokovic (Foto LaPresse) Notizie.com

Nikolic non è la prima volta che si rende protagonista con dichiarazioni del genere. Basti pensare che nella finale di Wimbledon persa da Djokovic contro Alcaraz aveva dichiarato che quello visto in campo non era il vero campione serbo che tutti conoscono e che lo aveva ammesso anche l’avversario. “Se avesse giocato al suo livello non avrebbe perso“, un po’ come dire “Se mio nonno avesse avuto le ruote era una bicicletta“.

Febbre a parte, però, i suoi tifosi stanno iniziando a notare che (molto probabilmente) il loro idolo sta iniziando a perdere un po’ di colpi. D’altronde è più che normale visto che la carta di identità parla forte e chiaro (37 anni compiuti). Altro che sintomi influenzali fanno sapere dal web, probabilmente si tratta dell’età che avanza anche per lui…

 

 

 

Impostazioni privacy