Caso Salis, telefonata Meloni-Orban: tutti i dettagli

Il caso di Ilaria Salis continua a tenere banco anche in politica. In queste ultime ore il premier ha avuto un contatto telefonico con Orban. Ecco i dettagli.

Le immagini di Ilaria Salis in tribunale a Budapest hanno fatto il giro del mondo e si è aperta una discussione anche in politica. Dalla sinistra nelle ultime ore sono arrivate delle critiche nei confronti della maggioranza, ma il governo ha garantito il massimo impegno per capire meglio la situazione.

Meloni Orban telefonata caso Salis
Telefonata Meloni-Orban sul caso Salis – Notizie.com – © Ansa

I contatti con l’Ungheria si sono ormai intensificati e vedremo se nelle prossime ore ci saranno delle novità. La linea Roma-Budapest è molto calda per valutare meglio la questione di Ilaria Salis e capire se ci sono state delle mancanze da parte della stessa magistratura ungherese.

Telefonata tra Meloni e Orban

Meloni Orban telefonata caso Salis
Meloni al lavoro sul caso Salis – Notizie.com – © Ansa

Come riferito da Itapress, nella serata odierna, martedì 30 gennaio, il premier Meloni ha telefonato al presidente Orban per fare il punto della situazione. Il primo ministro ha informato il collega di quanto sta succedendo sempre nel rispetto dell’indipendenza e dell’autonomia della magistrature ungherese.

I contatti, come detto in precedenza, sono destinati ad andare avanti nelle prossime ore e ormai proseguono dal 22 gennaio quando il ministro Tajani ha parlato con il suo omologo magiaro per parlare della questione Ilaria Salis. Una vicenda importante e che potrebbe riservare delle novità anche nelle prossime ore.

Il caso Ilaria Salis

Meloni Orban telefonata caso Salis
Il caso Salis continua a far discutere – Notizie.com – © Ansa

Il caso Ilaria Salis ormai va avanti da diverso tempo. La nostra connazionale si trova in carcere a Budapest ormai da diversi mesi a causa di un arresto avvenuto durante la sua partecipazione ad una manifestazione antifascista. Nelle scorse settimane si era mosso il padre chiedendo un intervento al governo viste le condizioni di detenzione.

Ora i contatti tra Italia e Ungheria sono in corso e la speranza da parte dei genitori è quella di avere una risposta molto positiva e magari abbracciare dopo diversi mesi la figlia.

Impostazioni privacy