Filippo Roma (Le Iene): “Se prima c’era qualche sospetto, figuriamoci ora…”

L’inviato delle Iene spiega a Notizie.com la denuncia dell’arbitro che tanto sta facendo parlare: “Per guardare una partita ora ci vuole un atto di fede. Se ci saranno altre puntate? Elementi nuovi non ce ne sono, ma non molliamo la storia…”

Ho ricevuto tante di quelle telefonate, ma me l’aspettavo e non avevo dubbi, il calcio è una cosa incredibile e lo è anche la storia che ci ha raccontato quell’arbitro…”. A parlare è il giornalista delle Iene Filippo Roma che ha avuto la possibilità di parlare con un arbitro in attività che lavora in serie A, ma che ha deciso di non far vedere la propria identità e a Notizie.com, il giornalista delle Iene, rivela: “Normale che so bene chi è l’arbitro di serie A in attività, mi ha cercato lui perché voleva spiegare cosa succede e sa bene il polverone che avrebbe scatenato, ma non lo fa per qualche scopo in particolare, solo che ci sono delle cose che non riesce a comprendere e le reputa ingiuste, ma poi ha spiegato bene. Certo, eravamo tutti un po’ sospettosi prima, adesso per vedere una partita di calcio ci vuole un vero atto di fede per davvero e capisco i tifosi che si arrabbiano nel sentire determinate cose, anche perché la credibilità è un po’ minata da quelle parole, anche se io continuerò a vederle…“.

La denuncia
L’arbitro che ha denunciato il sistema a Le Iene (Screenshot Notizie.com)

Filippo Roma, da giornalista e soprattutto da tifoso, è rimasto impressionato dalla lotta interna che c’è nel mondo arbitrale: “La cosa che mi ha stupito è che ci sia una battaglia interna e tutto quelle volte che pensavamo che una squadra che potesse essere favorita rispetto a un’altra, quando in realtà, da quello che dice questo arbitro, c’è una lotta a sfavorire l’arbitro, non la squadra in campo. E questa è una cosa assurda e la grande novità a mio modo di vedere, come la situazione del frame, che per suffragare le decisione decida quale immagini inserire per avvalorare quello che sostiene…“.

“Vediamo se depositano quelle denunce gli arbitri, proveremo a capire ma non è facile”

Il giornalista
Il giornalista delle Iene Filippo Roma (Screenshot Le Iene-Notizie.com)

Quello che lascia perplessi e che viene fuori dall’intervista di Filippo Roma delle Iene è che in campo ci sono episodi che vengono giudicati in un modo in alcuni casi e altri ancora in un altro, con il Var che, alla fine, sarebbe un terreno di scontro a livello politico. “E’ avvilente e paradossale tutto questo, sapendo che c’è una tecnologia incredibile e i sospetti aumentano, quando vedi determinate cose – ha spiegato Filippo Roma che poi tutto sia riconducibile a una lotta interna è anche molto grave, ma lo fa capire bene la persona che abbiamo intervistato. E in questo modo pensare che il campionato possa essere falsato è u rischio“.

Ora, dopo questo servizio delle Iene, sarà curioso vedere come reagiranno le squadre di serie A, soprattutto i presidenti, a maggior ragione qualcuno in particolare che adesso vorrà andare a fondo a questo tipo di problematiche. E’ una vicenda che farà parlare molto e avrà strascichi importanti perché qualche vulcanico patron, vedi gli ultimi casi che hanno coinvolto De Laurentiis o anche lo stesso Iervolino che ha chiesto le dimissioni del designatore Rocchi, sicuramente chiederanno spiegazioni, e anche in modo piuttosto pesante. L’Aia, nel frattempo, ha diramato un comunicato nel quale sostiene che si “tratta di illazioni”, aggiungendo che se “c’è qualcuno che ha prove in questo senso di portarla attraverso i canali ufficiali“, senza andare a volto coperto e in forma anonima.

Impostazioni privacy