Terzo mandato, Fedriga dice la sua: “Non è uno scandalo”

Nel corso di una intervista rilasciata al quotidiano “La Stampa” è intervenuto il presidente della regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga 

Tantissimi i temi che sono stati affrontati nell’intervista rilasciata a ‘La Stampa‘. Massimiliano Fedriga, numero uno della regione, ha le idee fin troppo chiare e ne parla. Queste sono alcune delle sue parole a riguardo: “Sono del parere che non bisogna mai basare i sistemi elettorali sulle opportunità del momento, ma capire solamente qual è il sistema che può garantire maggiormente i cittadini. Limite mandati per sindaci e governatori? La trovo una cosa alquanto singolare. 

Intervista a 'La Stampa'
Il presidente della regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga (Ansa Foto) Notizie.com

Anche perché stiamo parlando di una delle cariche elette direttamente dai cittadini e sono anche le uniche che hanno un tetto prestabilito“. Queste sono alcune delle parole di Fedriga che, dopo essere stato rieletto otto mesi fa, non rientra in questo “programma” dell’estensione dei mandati. Poi ha continuato dicendo: “Anche da un punto di vista teorico sono del parere che una carica come quella del presidente del Consiglio può essere considerata a vita. Basta che venga riconfermata non dal corpo elettorale del Paese, ma dal Parlamento“.

Fedriga, non solo terzo mandato: dice la sua anche sul suicidio assistito

La questione relativa al terzo mandato, quindi, per il presidente Fedriga non è affatto uno scandalo: “Dare la possibilità di ciò non vuol dire che i governatori al secondo mandato siano automaticamente ricandidati. La coalizione si confronterebbe sul candidato migliore. Ci sono stati casi di governatori che al primo mandato non si sono ricandidati al secondo”. Esclude la possibilità di una candidatura in vista delle prossime elezioni europee di giugno: “Dubito che ci penserò a meno di un anno dalla ricandidatura alla regione“.

Intervista a 'La Stampa'
Il presidente della regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga (Ansa Foto) Notizie.com

Sul suicidio assistito è stato fin troppo chiaro: “Non sono assolutamente d’accordo con le parole e con il pensiero del governatore del Veneto, Luca Zaia. In questo modo tende a trasformare le persone, considerate più deboli, in un vero e proprio peso“. Sulla questione dei migranti invece: “Sono del parere che bisogna aprire dei centri per loro in Paesi extra Unione Europea. Si tratterebbe di una mossa utile anche per la rotta balcanica“.

In conclusione sullo scandalo Acca Larenzia con il saluto romano per onorare le tre vittime uccise (e che attendono ancora giustizia) fa sapere: “L’opposizione ha strumentalizzato questa situazione. Non capisco il perché la premier si sia giustificata in nome di Fdi, anche perché quelli che hanno manifestato non erano tutti del partito. Atteggiamenti del genere, come il saluto romano, non può richiamare l’estremismo fascista“.

Impostazioni privacy