Pnrr, Decaro ‘striglia’ il governo: “Mantenga gli impegni”

Nel corso di una intervista che ha rilasciato al ‘Corriere della Sera’ è intervenuto il presidente dell’Anci, Antonio Decaro. Quest’ultimo ha strigliato il governo 

Un Antonio Decaro con le idee chiare e che, di conseguenza, decide di puntare il dito (ancora una volta) contro l’attuale governo targato Giorgia Meloni. L’argomento è sempre lo stesso e non può che essere quello relativo al Pnrr. Ne ha parlato in una lunga intervista che ha rilasciato al ‘Corriere della Sera‘. Queste sono alcune delle sue parole in merito: “Il governo ha spostato dieci miliardi di euro per quanto riguarda i nostri finanziamenti del Pnrr. Siamo sicuri, oltre ad avercelo garantito, che sono pronti a rimetterli“.

Intervista al 'Corriere della Sera'
Il presidente dell’Anci, Antonio Decaro (Ansa Foto) Notizie.com

Di conseguenza ha continuato dicendo: “Non voglio assolutamente pensare al fatto che non manterranno la parola data. In questo modo si metterebbero contro ben 8mila Comuni del nostro Paese“. Anche se, a dire il vero, la preoccupazione in merito continua ad esserci. Soprattutto dalle notizie che arrivano dai media: “Quelle sono ben poco rassicuranti“.

Sempre su questo argomento ha continuato il suo discorso dicendo: “Non hanno detto nulla su dove penseranno di prendere i soldi per poi rimetterli sui nostri finanziamenti. Stesso discorso per quello che successe nello scorso luglio quando non ci dissero il perché li avevano spostati“.

Pnrr, Decaro si aspetta risposte dal governo: “Siamo preoccupati”

Una intervista che il presidente dell’Anci ha continuato in questo modo: “Prima si era vociferato che questo decreto si sarebbe fatto entro la fine dell’anno. Adesso si è spostato il limite a fine gennaio. I comuni, nel frattempo, hanno effettuato degli importanti investimenti. Stiamo parlando di una cifra che si avvicina intorno ai 32,7 miliardi con 230 mila gare fatte, mentre i finanziamenti del Pnrr diretti ai Comuni raggiungono i 35 miliardi con altri 5 destinati alle città“.

Intervista al 'Corriere della Sera'
Il presidente dell’Anci, Antonio Decaro (Ansa Foto) Notizie.com

Un dato che ha voluto precisare ancora: “Su 32,7 miliardi di bandi di gara già fatti, 12,1 sono i miliardi di gare che sono state già aggiudicate. Non vedo altrettanta efficienza in altri comparti dello Stato. Ministeri, aziende di Stato”. Per quanto riguarda gli investimenti dei Comuni ha dichiarato: “Nel 2022 è stata di 11,8 miliardi. In un anno questa è cresciuta del 34%, arrivando a 16 miliardi. In raffronto con il 2017 il rapporto di crescita con il 2023 sale al 90%. Mentre nei Comuni del sud, la stessa crescita dal 2017 rispetto al 2023 è del 106“.

In conclusione ha sottolineato anche il fatto che i finanziamenti non verranno riassegnati in alcun modo: “Non voglio assolutamente crederci. Anche perché i piani dei finanziamenti del nostro Pnrr erano già stanziati. I conti alla fine devono tornare. Non ci sono soltanto i pagamenti delle ditte in ballo, ma anche gli impegni che sono stati presi con le nostre comunità”.

Impostazioni privacy