La mamma strangola la figlia, chiama i soccorsi e poi confessa

Forse una discussione famigliare o altro, ma la donna pare abbia agito in maniera lucida e consapevole, anche se le forze dell’ordine stanno indagando e non sono convinte della confessione della signora

Un dramma vero e proprio. Una storia brutta che fa pensare. Un donna è morta ed ammazzarla è stata la sua mamma. Si tratta di un omicidio quello accaduto in una casa di Palermo. Una tragedia. Già, non si può definire altrimenti quando una madre, presa da chissà cosa, strangola la propria figlia. Da una prima ricostruzione e pare dalla stessa confessione resa agli agenti dalla stessa donna, pare che la madre abbia agito spinta da un’incredibile e quanto mai allucinante disperazione: la figlia quarantenne sembra che soffrisse di depressione.

La tragedia
Un’ambulanza mentre esce per andare a soccorrere le persone in difficoltà (Ansa Notizie.com)

E’ stata la stessa donna anziana ad averlo confessato ai poliziotti della squadra mobile che sono prontamente intervenuti nella casa nel rione Bonagia. E la cosa più assurda è che sia stata lei stessa a chiamarli. L’identità della donna uccisa è stata rivelata dalle forze dell’ordine sul posto del delitto e si chiamava Maria Cirafici e aveva 44 anni. La madre ne ha 82. Un dramma familiare che si è consumato nel popolare quartiere della periferia di Palermo. Gente incredula, vicini sconvolti per questa storia agghiacciante. I contorni della vicenda vanno ancora ricostruiti. Inutile l’arrivo dei sanitari del 118 avvertiti dai poliziotti. In quali stanno indagando, facendo dei rilievi sul posto e, nonostante la confessione, sono un po’ restii a credere alla mamma di ottanta anni perché, secondo gli agenti, ci sarebbero dei dubbi, visto che potrebbe non aver avuto la forza di strangolare la figlia. Si vedrà. Ora la signora è in caserma insieme al suo legale.

Impostazioni privacy