Accoltellato al collo il leader dell’opposizione: è grave [VIDEO]

Un’aggressione clamorosa, pazzesca e improvvisa davanti a tanta gente e alla televisioni. Bloccato e arrestato, il politico è in ospedale

Un’aggressione in piena regola. Un vero attentato alla vita al leader dell’opposizione sudcoreana Lee Jae-Myung. Mentre stava parlando ai giornalisti, il politico è stato improvvisamente accoltellato al collo mentre stava tenendo una conferenza stampa e stava spiegando ai giornalisti le sue idee e quello che avrebbe voluto fare nella città portuale sudorientale di Busan. In quel momento, un uomo è spuntato dal nulla, si è fatto largo tra la folla e ha sferrato l’attacco ingiustificato ai danni del povero Jae-Myung, accoltellando al collo e ferendolo gravemente.

L'aggressione
Il momento in cui il leader dell’opposizione Lee Jae-myung viene accoltellato (screenshot – notizie.com)

Lee, a quel punto, è stato subito protetto dalla scorta e trasportato urgentemente in ospedale circa 20 minuti dopo l’attacco. Il politico sudcoreano era cosciente quando è stato messo sull’ambulanza, ma aveva un’emorragia in corso. I filmati trasmessi dalle tv sudcoreane stanno facendo il giro del mondo e mostrano l’aggressore, di cui non si conosce ancora l’identità e il motivo dell’attentato, che si scaglia contro il povero Lee Jae-myung colpendolo al collo mentre cammina tra i reporter dopo aver visitato il sito di un nuovo aeroporto.

Il momento dell’attacco

 

Al leader dell’opposizione sudcoreana per tamponare la ferita è stato messo un un fazzoletto sul collo per tamponare la ferita. E’ grave, ma sulle sue condizioni c’è il massimo riserbo.

 

Impostazioni privacy