Capodanno, festeggiamenti tragici: donna colpita da proiettile vagante

Capodanno, festeggiamenti tragici quelli che si sono verificati nel famoso quartiere della città: una donna è stata colpita da un proiettile vagante

Un primo dell’anno che si apre, purtroppo, nel peggiore dei modi. Festeggiamenti “particolari” che non hanno assolutamente nulla a che fare con questa festività. Una triste pagina di cronaca quella che arriva direttamente da uno dei quartieri più storici come Forcella. Una donna di 50 anni, mentre stava festeggiando insieme alla propria famiglia, è stata raggiunta da un proiettile vagante mentre si trovava affacciata al balcone. In questo momento si trova in prognosi riservata.

Donna colpita da proiettile vagante a Forcella
Ambulanza (Ansa Foto) Notizie.com

Sempre nella città di Napoli e provincia ci sono stati 39 feriti per i botti nella notte di Capodanno (rispettivamente 24 e 15). Questo è quello che fa sapere Danilo Ricciardiello, responsabile della Sala operativa della Questura, al Gr1. Nel quartiere di Scampia, invece, i carabinieri hanno arrestato un ragazzo di 18 anni incensurato e denunciato un 17enne e 16enne trovati in possesso di ordini esplosivi pirotecnici.

I tre ragazzi sono stati fermati in via Bakù: in auto avevano 30 ordigni tipo “cobra” e 1 ordigno tipo “cipolla” per un peso complessivo di un chilo e mezzo. Gli artificieri del comando provinciale di Napoli sono intervenuti ed hanno sequestrato i botti illegali. Denunce per tre persone anche a Secondigliano dove i militari dell’arma hanno sorpreso i soggetti (a via Roma verso Scampia e a via Valente) mentre stavano vendendo abusivamente fuochi d’artificio.

Capodanno, 39 feriti a Napoli: blitz carabinieri a Reggio Emilia

Tra i quartieri di Pianura, Fuorigrotta e rione Traiano i militari hanno arrestato 1 persona e ne hanno denunciate 11. Sei persone sono state denunciate, dai carabinieri della stazione di Pianura, scoperte a vendere illegalmente in strada fuochi pirotecnici per un totale di 50 chili. Arrestato un 26enne della zona (incensurato) che stava vendendo illegalmente dei botti proibiti nel cofano della sua auto (Fiat Uno).

Donna colpita da proiettile vagante a Forcella
Ambulanza (Ansa Foto) Notizie.com

Anche a Reggio Emilia le forze dell’ordine si sono date da fare con sequestri di bomba cipolla ed una addirittura chiamata ‘Osimhen‘, in onore del centravanti del Napoli. Il tutto è accaduto poco dopo la mezzanotte dove i carabinieri di Collagna in piazza a Cerreto Laghi sono intervenuti dopo aver fermato due giovani 18enni residenti a Carrara. Il loro obiettivo era quello di far esplodere questi ordigni, ma sono stati fermato in tempo.

Sempre a Reggio Emilia un uomo di 40 anni è stato portato al Santa Maria perché rimasto lievemente ferito alla mano dallo scoppio di un petardo. Nulla di grave, ma frattura di due falangi.

Impostazioni privacy