“Sinistra, destra, ma che importanza ha?” Mussolini risponde alle critiche

In una intervista che ha rilasciato al ‘Corriere della Sera’ è intervenuta l’europarlamentare di Forza Italia, Alessandra Mussolini

Nel corso di una intervista al ‘Corriere della Sera‘ c’è stata una frase, rilasciata da Alessandra Mussolini, c’è stata una frase che ha scatenato non poche polemiche sui social network: “Sinistra, destra non ha più importanza. Conta il buon senso, chi ha a cuore i diritti“. Una frase che, tra l’altro, ha utilizzato rispondendo ad una domanda che le era stata posta direttamente sul suo account ufficiale di “X“. Anche se la stessa è stata una vera e propria critica in merito ad alcune dichiarazioni che non le sono affatto piaciute.

Intervista al 'Corriere della Sera'
L’europarlamentare di Forza Italia, Alessandra Mussolini (Ansa Foto) Notizie.com

In merito alle dichiarazioni rilasciate da Lavinia Mennuni (esponente di Fratelli d’Italia’ a ‘Coffee Break’ su La7 (“La massima aspirazione delle nostre figlie deve essere diventare madre”) la risposta da parte della Mussolini non si è fatta assolutamente attendere. In questo caso l’attacco c’è stata da parte sua: “Nessuno deve permettersi di dire alle donne quale deve essere la loro aspirazione“. Un pensiero che, tra l’altro, ha avuto molta approvazione soprattutto dal mondo della sinistra (ma anche da destra).

Mussolini: “Mettere al mondo un figlio costa…”

Anche se, a dire il vero, di ricevere consensi sia dal mondo della sinistra che da quello della destra poco le interessa: “Progressisti significa progredire, bene. I tweet sono importanti, si deve rintuzzare subito, non si possono lasciar correre simili sciocchezze“. Soffermandosi su un tema importante come quello della genitorialità ed anche quello di avere dei figli la Mussolini è stata fin troppo chiara. Precisando che, il vero problema in questi, casi è quello relativo ai soldi.

Intervista al 'Corriere della Sera'
L’europarlamentare di Forza Italia, Alessandra Mussolini (Ansa Foto) Notizie.com

Queste le sue parole: “Mettere al mondo un figlio costa. Parliamo della disparità di stipendio che c’è tra un uomo e una donna“. Poi ha continuato dicendo: “Facciamo una battaglia per avere stipendi più alti degli uomini, siamo noi che facciamo i figli. Con l’indipendenza economica possiamo denunciare un marito violento, separarci. Non si può parlare di aspirazione ad avere figli, in un momento come questo“.

Impostazioni privacy