Rotondi (FdI): “Duello Salvini-Meloni? Vi spiego perché lo vince Giorgia”

Gianfranco Rotondi, esponente di Fratelli d’Italia, in un’intervista a ‘Il Foglio’ si sofferma sul duello tra Salvini e Meloni in ottica prossime Europee.

La strada che porterà alle Europee è ormai iniziata e da tempo si parla di un duello interno tra Salvini e Giorgia Meloni. Gianfranco Rotondi, esponente di Fratelli d’Italia, si sofferma su questo ai microfoni de Il Foglio ribadendo come le prossime elezioni incoroneranno definitivamente il premier come leader del centrodestra.

Rotondi intervista Il Foglio
Rotondi sul duello tra Meloni e Salvini – Notizie.com – © Ansa

Anche al Sud Giorgia Meloni è stata riconosciuta come leader del centrodestra – sottolinea Rotondi – e le prossime Europee codificheranno questa condizione con numeri che si candidano ad essere ancora più netti delle elezioni politiche dello scorso anno“.

“Salvini è fiaccato, ecco il motivo”

Rotondi intervista Il Foglio
Salvini sul successo del premier Meloni – Notizie.com – © Ansa

Sono stati anni di continui cambiamenti all’interno del centrodestra e Rotondi spiega i motivi: “La Lega si è insediata al Sud sulla base di un presupposto: il partito nazionale di Salvini e la sua leadership nella coalizione. Possiamo dire che è stato proprio il Mezzogiorno a portare il partito di via Bellerio a cambiare la propria visione“.

In particolare – aggiunge l’esponente di Fratelli d’Italia – Salvini si era agganciato ad una leadership che prometteva di ereditare quella di Berlusconi. L’ultima condizione, però, si è verificata solamente in parte visto che il capo della Lega è stato guida della coalizione tra il 2018 e il 2022. Un periodo che lo ha fiaccato considerando le tre posizioni diverse rispetto ai tre governi differenti. Il risultato è stato la crescita di Giorgia Meloni“.

L’obiettivo del premier Meloni alle Europee

Le parole di Rotondi confermano la volontà del premier Meloni alle Europee di confermare il risultato ottenuto alle scorse politiche. Naturalmente si spera di migliorare la percentuale. Già nei prossimi mesi, tramite i sondaggi, si avrà un quadro molto più chiaro di quello che potrà succedere. Ma in casa Fratelli d’Italia le idee sono molto chiare e la fiducia non manca.

Impostazioni privacy