Mes, Salvini diffida dalle opposizioni: “Orgoglioso di averlo bloccato”

Intervenuto nel corso della trasmissione “Fuori dal Coro” il numero uno della Lega, Matteo Salvini, ha affrontato varie tematiche che riguardano il nostro Paese 

Un Matteo Salvini a 360° quello che è intervenuto nel corso della trasmissione “Fuori dal Coro” su Rete 4 presentato dal giornalista, Mario Giordano. Nel corso della stessa ha affrontato varie tematiche molto importanti che riguardano il nostro Paese. In primis quello riguardante la pace fiscale e quello dell’edilizia. Su questo è stato fin troppo chiaro: “E’ un argomento che deve essere affrontato quanto prima. Ci sono milioni di italiani che hanno piccole irregolarità interne al loro appartamento ed al loro caseggiato.

Ospite di 'Fuori dal Coro'
Il numero uno della Lega, Matteo Salvini (Ansa Foto) Notizie.com

Cosa stavo pensando? Di andare a sanare questi milioni di piccole difformità interne metterebbe sul mercato immobiliare tanti e tanti appartamenti per gente che ne ha bisogno“. Un bilancio di fine anno, di questo governo targato Giorgia Meloni, che il vicepremier e ministro degli Esteri giudica in maniera molto positiva.

Mes, Patto stabilità e non solo: Salvini fa il punto della situazione

Sull’argomento Mes ha fatto sapere: “Io sono orgoglioso di averlo bloccato. Deve esserlo anche il governo. Ne vado fiero. Una scelta completamente condivisa con il ministro Giorgetti. E’ un tema molto importante per noi della Lega. Stiamo parlando di uno strumento inutile, serviva solamente per salvare le banche straniere. Il nostro Paese è formato da pensionati, disoccupati, operai imprenditori e insegnanti, avrebbe dovuto pagare miliardi di euro per salvare banche tedesche in difficoltà“.

Ospite di 'Fuori dal Coro'
Il numero uno della Lega, Matteo Salvini (Ansa Foto) Notizie.com

Sul Patto di stabilità dice la sua: “E’ un passo in avanti migliorativo rispetto alle lacrime e sangue del passato. Questo nuovo accordo è un passettino in avanti rispetto ai tagli del passato“. Sulla legittima difesa: “Questa nuova legge che abbiamo fortemente voluto si limita a chi si difende all’interno del proprio appartamento, negozio o altri esercizi. Il soggetto ha diritto di difendersi. Serve un altro passo in avanti. Noi della Lega siamo pronti a collaborare con l’intera maggioranza. Legge? L’obiettivo è questo“.

Sui migranti afferma: “Bisogna fare di più e magari farlo tutti insieme“. Sulle elezioni: “Sono d’accordo sul terzo mandato per i governatori. Lo stesso vale per i sindaci. Se un cittadino apprezza il suo sindaco o apprezza il suo Presidente di Regione, perché dopo due mandati deve rinunciarvi? Per i parlamentari non c’è, per i ministri non c’è un limite dei mandati“.

In conclusione sui conflitti in Ucraina ed Israele: “Non solo il Papa, tutti noi vogliamo la via della pace invece di continuare a mandare armi. Noi abbiamo sempre sostenuto il diritto alla difesa. Io spero che il 2024 sia l’anno della pace fra tutti i conflitti che ci sono. A differenza di altri politici che balbettano e cercano di dire e non dire: con il sacrosanto diritto all’esistenza e alla difesa di Israele, che è una democrazia da preservare in Medio Oriente“.

Impostazioni privacy