Donna accoltellata in area servizio, arriva la rivelazione: “Io non c’entro”

Donna accoltellata in area di servizio, arriva la rivelazione del presunto colpevole: “Io non c’entro nulla”

Nel giorno di Santo Stefano si è verificato un terribile episodio che poteva terminare in tragedia. Una donna, nel tratto fiorentino dell’A1, nell’area di servizio di Bisenzio Est (tra Firenze e Prato) è stata accoltellata ad una gamba. La vittima stava ritornando a casa dopo aver trascorso le festività natalizie in famiglia nei pressi di Roma (precisamente a Cerveteri). Insieme a lei erano presenti le sue due figlie, di 29 e 31 anni. Queste ultime, però, non hanno visto la scena visto che si erano allontanate per usufruire dei servizi dell’autogrill.

L'ex marito si proclama innocente
Donna accoltellata in area di servizio (Ansa Foto) Notizie.com

Ad un certo punto la portiera della vettura si apre e viene aggredita da un uomo incappucciato. L’aggressore cerca di ucciderla tentando di colpirla al petto, la donna riesce a difendersi, anche se viene colpita alla coscia. L’uomo si dà alla fuga e subito viene lanciato l’allarme con l’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri. I militari dell’arma hanno avviato immediatamente le indagini cercando di riuscire ad individuare l’uomo attraverso le telecamere di videosorveglianza. Nel frattempo, però, ci sono novità su questa vicenda.

Donna accoltellata in area di servizio, l’ex marito nega ogni coinvolgimento

Sin dal primo momento la donna non ha mai avuto alcun dubbio su chi possa essere stato: dito puntato contro l‘ex marito. Quest’ultimo, però, nella serata di ieri si è presentato nella caserma dei carabinieri in Friuli Venezia Giulia. L’uomo ha voluto respingere ogni tipo di accusa che sta continuando a ricevere e si è dichiarato estraneo ai fatti. Di questa aggressione, quindi, non ne sa assolutamente nulla.

L'ex marito si proclama innocente
Donna accoltellata in area di servizio (Ansa Foto) Notizie.com

Nel frattempo il lavoro da parte della Procura continua ad andare avanti visto che si sta cercando di fare luce su quanto accaduto. La donna, 58 anni e nativa di Segrate, (che è sempre stata dichiarata fuori pericolo) è stata dimessa dall’ospedale. Come annunciato in precedenza i militari dell’arma stanno studiando attentamente le telecamere dell’area di servizio per individuare la vettura con cui l’aggressore è scappato facendo perdere le proprie tracce.

 

Impostazioni privacy