Conte il più ‘povero’ di…Cortina: l’ironia dal mondo della politica

Giuseppe Conte, il più povero dei politici di…Cortina: non si è fatta attendere l’ironia da parte del mondo della politica 

In queste ultime ore, nel mondo della politica, non si sta facendo altro se non parlare della famosa classifica di fine anno. Quella che riguarda la dichiarazione dei redditi dei politici. Continua a far discutere l’ultimo posto del numero uno del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte. Quest’ultimo, infatti, è stato eletto come il più “povero” tra i suoi colleghi. A salire sul podio più alto c’è il segretario di ‘Italia Viva’, Matteo Renzi, con i suoi 3 milioni e 217mila euro.

Conte il più "povero" tra i politici
Bufera e polemiche attorno a Giuseppe Conte (Ansa Foto) Notizie.com

In basso a tutta la classifica figura il nome del nativo di Volturara Appula con 24.359 euro lordi. Secondo quanto riportato dal quotidiano “La Stampa” pare che Giuseppe Conte, prima di diventare deputato (13 ottobre 2022), non veniva retribuito dal suo attuale partito e figurava a reddito zero. Nella sua ultima dichiarazione dei redditi sono entrati solamente gli ultimi due mesi e mezzo di indennità parlamentare (vale a dire 10.435 euro lordi al mese). Senza dimenticare, inoltre, la proprietà di un appartamento situato a Roma e di una Jaguar del ’96.

Bufera Conte, la dichiarazione dei redditi non convince i suoi colleghi

La classifica (emanata sempre alla fine di ogni anno) ha fatto storcere il naso a parecchi esponenti politici. Gli stessi che stanno nutrendo più di qualche dubbio sul fatto che Giuseppe Conte sia stato “onesto” nel dichiarare proprio tutto. Per il capogruppo di Forza Italia al Senato, Maurizio Gasparri, ci sono dubbi. Anzi, parecchi. Queste sono state alcune delle sue parole a riguardo: “Credo che Giuseppe Conte dovrà dare più di una spiegazione sui suoi redditi e su come è riuscito a campare in condizioni così difficili“.

Conte il più "povero" tra i politici
Bufera e polemiche attorno a Giuseppe Conte (Ansa Foto) Notizie.com

Poi ha continuato dicendo: “Non chiederemo un giurì d’onore faremo luce davanti agli italiani su quello che abbiamo letto sul sito della Camera. La questione non finisce qui. Inizia proprio ora. Ed i grillini che urlano contro tutto e tutti avranno poco da ridere. Ne vedremo delle belle”.

Non si è fatto attendere neanche il commento da parte del vicepresidente vicario del gruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Raffaele Speranzon. Quest’ultimo ha voluto utilizzare l’arma dell’ironia. Direttamente dalla sua pagina ufficiale di Facebook ha commentato questa speciale classifica: “Un altro record per Giuseppe Conte. Non solo ha il reddito più basso tra i leader politici, nel 2023 è stato pure l’avventore più povero del Grand Hotel Savoia di Cortina d’Ampezzo. Chapeau”.

 

Impostazioni privacy