Manovra, la corsa contro il tempo, Pella (FI) a Notizie.com: “Le proposte escluse rientreranno nel Milleproroghe”

La corsa contro il tempo per approvare la Manovra economica 2024 continua alla Camera. 

Dopo l’ok del Senato, il testo è a Montecitorio, dove i deputati dovranno licenziarlo entro pochissimi giorni. Lo spirito è “costruttivo e sereno”, spiega ai nostri microfoni Roberto Pella, relatore della Legge di bilancio per Forza Italia. “Non c’è motivo di scontro politico tra maggioranza e opposizione perché non entreremo nel merito di nessun emendamento, perché di fatto nessuno può essere approvato. Farlo, significherebbe mandare di nuovo il testo della Manovra in Senato e non c’è tempo. Il rischio è l’esercizio provvisorio. Tutte le proposte verranno riprese nel Milleproroghe a febbraio”. 

Manovra, la corsa contro il tempo, Pella (FI) a Notizie.com: "Le proposte escluse rientreranno nel Milleproroghe"
Manovra, la corsa contro il tempo, Pella (FI) a Notizie.com: “Le proposte escluse rientreranno nel Milleproroghe” (Ansa Foto) – notizie.com

Alla Camera oggi è intervenuto il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, chiamato dalle opposizioni che nei giorni scorsi hanno chiesto le sue dimissioni per la questione del Mes. “Giorgetti ha risposto su tutto, facendo una fotografia reale della situazione”, ha spiegato Pella.

I tempi per l’ok della Camera

I lavori procedono serrati. “Siamo in fase di commissione, discuteremo gli emendamenti fino alle 19. Domani mattina alle 9 è prevista la discussione generale in Aula fino alle 13. I tempi sono sanciti da un accordo e verranno rispettati. Dopo le dichiarazioni di voto, termineremo alle 19 del 29 dicembre”, prosegue Pella.

Il Superbonus nel Milleproroghe

Tutti i temi che non sono rientrati nella Legge di Bilancio verranno affrontati nel Milleproroghe: “A fine febbraio recupereremo ciò che non è stato possibile inserire in Manovra”. Tra i temi c’è sicuramente il Superbonus. Sembra che dopo la possibilità un decreto ad hoc che prevedesse un SAL straordinario al 31 dicembre sia stata di nuovo accantonata a favore del Milleproroghe.  “Ho sempre sostenuto che è ovvio che rientrerà nel Milleproroghe. Come ha detto anche il ministro Giorgetti, quando ci sarà un quadro dettagliato delle uscite, si farà un’analisi delle maggiori entrate e con uno spirito costruttivo si vedrà se dare una risposta alle richieste di Forza Italia legate al SAL al 70% per i condomini. Molte famiglie non possono sostenere ulteriori aggravi di spese non supportati dal Superbonus, questo metterebbe in crisi un intero condominio”. 

Impostazioni privacy