“Gesù nato in Palestina”, gaffe di Di Battista bocciato e massacrato su X

L’ex parlamentare cerca di ribadire un concetto ma lo fa nel modo sbagliato e viene criticato da tanti utenti per l’errore

Un massacro. L’ex parlamentare del Movimento Cinque Stelle Alessandro Di Battista scrive su X (ex Twitter) un post dove ricordava che in Palestina era nato Gesù 2000 anni fa e l’ha fatto per ricordare e sottolineare che nella stessa zona oggi vengono massacrati tanti bambini in nome della guerra. Di una guerra che tanti in quella zona stanno ignorando o facendo finta di non vedere perché nessuno interviene come dovrebbe intervenire. Questo sostanzialmente era il messaggio dell’ex deputato, ma il web non perdona e sotto il suo post sono arrivati una marea di commenti che bocciavano Di Battista e la sua conoscenza storica.

L'ex deputato
Alessandro Di Battista ex parlamentare del Movimento Cinque Stelle ora giornalista e attivista (Ansa Notizie.com)

L’ex parlamentare ha solo cercato di ricordare che a Natale, tra le news provenienti da Gaza su un raid di Israele contro un campo profughi, Di Battista scrive che “il giorno in cui si festeggia la nascita di un bambino nato in Palestina più di 2000 anni fa, sempre in Palestina, l’ennesimo bombardamento criminale israeliano ha fatto l’ennesima strage di bambini. Buon Natale a chi non si volta dall’altra parte“. Ma il suo post non viene tanto e recepito, tanti sottolineano come sia sbagliato scrivere che Gesù sia nato in Palestina, quando la stessa in quell’epoca non esisteva affatto.

“Caro Dibba, la Palestina non c’era ma si chiamava Giudea…”

Il massacro
Una delle tante immagini che arrivano da Gaza durante la guerra (Ansa Notizie.com)

I commenti contro Alessandro Di Battista non mancano e anzi le critiche sono tante e feroci: “La Palestina all’epoca non esisteva, la prima volta che venne chiamata così fu sotto Adriano, all’epoca era Giudea, e Gesù era ebreo. Sei riuscito a sbagliare tutto, tre su tre, complimenti!“, scrive un utente che si chiama Francesco Proia, mettendosi a correggere il testo dall’inizio alla fine.

Ma non è tutto. “La Palestina è il nome che i romani diedero alla regione oltre cento anni dopo la nascita di Gesù. Che desolazione“, incalza Alessandro Chelo. “Gesù è nato nella regione della Giudea nome cancellato dai romani che la chiamarono Syria Palestina per ragioni punitive. Un dispetto fatto dall’imperatore Adriano che la chiamo così in memoria dei Filistei (palestinesi). Acerrimi nemici degli ebrei. La Storia merita rispetto“, scrive un’altra utente che si chiama Rosella Vivio. Fino alla stroncatura definitiva anche se fatta con ironia: “A catechismo giocavi a Tresette, eh?“. Di sicuro quello che voleva dire Di Battista era altro, non era certo un post sulla geografia, ma tant’é.

 

Impostazioni privacy