Terrorismo, cresce sempre di più l’allarme per Natale e Capodanno: i Paesi a rischio

Terrorismo, cresce sempre di più l’allarme per Natale e Capodanno: ecco quali sono i Paesi considerati più a rischio 

In occasione di queste festività natalizie l’invito è quello di non abbassare assolutamente la guardia e a fare molta attenzione. L’allarme arriva direttamente dalla Germania dove c’è il serio rischio che possano verificarsi attentati nei giorni di Natale e Capodanno. Un allarme che arriva direttamente dalle forze di sicurezza dell’Austria, Spagna e della stessa Germania. Questi ultimi avrebbero ricevuto delle indicazioni secondo cui la cellula terroristica islamista potrebbe seriamente pianificare degli attacchi in Europa a breve.

Cresce l'allarme in alcuni paesi
Allarme terrorismo a Natale e Capodanno (Ansa Foto) Notizie.com

Un gruppo che potrebbe essere seriamente legato all’organizzazione Stato islamico della provincia di Khorasan: questo è quanto è stato annunciato direttamente dalla Dpa. Le città maggiormente nell’occhio del ciclone sono Colonia, Vienna e Madrid: proprio qui ci sarebbero delle funzioni religiose importanti pronte ad essere colpite. Dalla serata di ieri è attualmente in corso una operazione su larga scala nella cattedrale della città tedesca.

Terrorismo, possibili attacchi a Natale e Capodanno: cresce l’allarme

Sempre nella serata di ieri il Duomo è stato oggetto di alcune perquisizioni e controlli con tanto di cani antiesplosivi. La polizia sta effettuando delle intense ed importanti ricerche sul fatto che non siano stati lasciati zaini, oggetti pericolosi o molto altro ancora. A riportarlo il quotidiano tedesco “Bild“. Nelle ultime ore, invece, a Vienna sono stati effettuati una serie di arresti da parte delle unità speciali. Arresti che si sono verificati anche nella stessa Germania.

Cresce l'allarme in alcuni paesi
Allarme terrorismo in alcune città europee (Ansa Foto) Notizie.com

Un portavoce tedesco ha fatto sapere che, per motivi di sicurezza, non verranno divulgate ulteriori informazioni. Le indagini continuano ad andare avanti. Dopo le perquisizioni il Duomo verrà chiuso ed i visitatori saranno controllati e sottoposti a screening poco prima di poter entrare in chiesa. Stesse misure verranno prese poco prima di entrare nella cattedrale di Santo Stefano in quel di Vienna.

La polizia ha come principale obiettivo quello di mantenere alta la sicurezza del popolo austriaco e dei tantissimi turisti che si sono recati nella capitale per trascorrere le festività natalizie. Verranno schierate delle forze civili e in uniforme con equipaggiamento speciale. Nel mirino chiese ed eventi religiosi, senza dimenticare i mercatini di Natale.

Impostazioni privacy