M5S, Conte su Meloni: “Finita in un angolo con patto Stabilità. Giorgetti? Umiliato”

In una intervista che ha rilasciato al ‘Corriere della Sera’ è intervenuto il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte. Anche in questa occasione non le ha mandate a dire alla premier, Giorgia Meloni

Non si tratterebbe affatto del primo attacco che rifila nei suoi confronti, ma in questa occasione è stato fin troppo chiaro. Giuseppe Conte, numero uno del Movimento 5 Stelle, ha espresso il suo pensiero in una lunga intervista che ha rilasciato ai microfoni del ‘Corriere della Sera‘. Nel mirino dell’ex premier ancora lei, Giorgia Meloni. Il lavoro che sta svolgendo la presidente del Consiglio non gli fa proprio a genio. Lo fa capire in tutti i modi.

Intervista al 'Corriere della Sera'
Il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte (Ansa Foto) Notizie.com

Il suo invito, nei confronti della Meloni, è sempre lo stesso: quello di farsi da parte. Soprattutto per quanto riguarda la vicenda del Patto di Stabilità. Per il nativo di Volturara Appula non ci sono dubbi: il Paese ne esce con le ossa rotte da questo accordo che è stato siglato tra Germania e Francia. Proprio sui suoi canali ufficiali social Conte ha voluto spiegare agli italiani che la Meloni, in merito al Patto di Stabilità, non riesce a dare delle spiegazioni in merito alle domande che tutti si stanno ponendo.

Queste sono alcune delle sue parole a riguardo: “Avrebbe dovuto battersi con coraggio per evitare questo risultato. Più che ad un Patto di Stabilità e crescita ha parlato di “pacco” di stabilità e di decrescita. Lo stesso che imporrà dei tagli molto dolorosi che vanno dai 10 ai 15 miliardi di euro. Sarà un vero e proprio disastro per il mondo della sanità, scuola e lavoro. Siamo molto preoccupati“.

M5S, Conte su Giorgetti: “Ne sta uscendo molto umiliato”

Il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, è stato sfiduciato sia dalla Lega che dallo stesso governo. Approfittando di questa situazione la segretaria del Partito Democratico, Elly Schlein, lo ha invitato alle dimissioni. Su questa vicenda Conte è stato fin troppo chiaro: E’ stato umiliato, ma un ministro sughero galleggia nei più diversi contesti. La colpa di tutto questo è della Meloni. Proprio lei ha gestito il tutto in prima persona. Se avesse il senso dell’onore dovrebbe dimettersi lei, ma so per certo che non lo farà mai“.

Intervista al 'Corriere della Sera'
Il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte (Ansa Foto) Notizie.com

Sul Mes ha concluso: “Da presidente del Consiglio sono stato coerente per come ho lavorato e per come ho revisionato completamente questo strumento. Purtroppo quando ci hanno mandato via da Palazzo Chigi e chi è venuto dopo non ha saputo mantenere alte le aspettative. Il Mes per il governo è uno strumento di distruzione di massa“.

 

Impostazioni privacy