De Micheli (Pd): “La manovra non risponde a due domande” [VIDEO]

Paola De Micheli, esponente del Partito Democratico, in esclusiva ai nostri microfoni sulla manovra e sul salario minimo. Ecco le sue parole.

E’ ormai scontro tra maggioranza e opposizione su manovra e salario minimo. Paola De Micheli, esponente del Partito Democratico ed ex ministro, in esclusiva ai nostri microfoni si sofferma su questi temi e spiega il perché delle critiche arrivate dalla sua forza politica.

De Micheli esclusiva manovra salario minimo
Paola De Micheli in esclusiva ai nostri microfoni – Notizie.com – © Ansa

Onorevole De Micheli, le opposizioni denunciano ritardi alla manovra. Inoltre, nei giorni scorsi si è consumata una battaglia sul salario minimo.

Le divisioni nella maggioranza si stanno ampliando su molti tempi e credo che costruire un maxi emendamento da parte del governo con un apporto limitato dei parlamentari stia determinando ritardo che sicuramente è figlio di una scarsità di risorse. FdI ha delle priorità, Fi e Lega ne hanno altre e questo sta portando al rinvio. La gravità è un’altra: c’è una assenza della visione dell’economia italiana. La Legge di bilancio non risponde a due domande: cosa facciamo di una economia a rischio recessione? Come aiutiamo le imprese ad affrontare questa fase?“.

Nelle ultime 48 ore si è consumato il primo strappo realmente politico tra maggioranza e opposizioni e mi riferisco al salario minimo. Questo è accaduto perché per la prima volta i partiti di minoranza si sono compattati?

E’ una battaglia giusta, forse iniziata in ritardo perché noi siamo di fronte a tre milioni e mezzo di lavoratori sono sotto la soglia di povertà. Noi dobbiamo continuare a fare questa battaglia. Il fatto di essere stati uniti è un grandissimo valore“.

Intervista a cura della nostra inviata Luigia Luciani

Impostazioni privacy